lunedì 11 gennaio 2016

Trame e opinioni: Qualcosa di molto speciale di Sandy Hall

Titolo: Qualcosa di molto speciale
Autore: Sandy Hall
Casa editrice: Newton Compton
Pag.: 250
Costo: 12,00














Trama
L'insegnante di scrittura creativa, il ragazzo delle consegne, la barista di Starbucks, il migliore amico di lui, la compagna di stanza di lei, lo scoiattolo nel parco. Che cos'hanno in comune? A prima vista nulla, ma in effetti molto: sono, infatti, tutti convinti che Gabe e Lea dovrebbero stare insieme. Lea e Gabe frequentano lo stesso corso di scrittura creativa. Amano lo stesso tipo di cultura pop, ordinano lo stesso cibo cinese, e frequentano gli stessi posti. Purtroppo Lea è un po' riservata, Gabe è molto timido, e nonostante la cotta che hanno preso l'una per l'altro, le cose non si sbloccano. Ma sta succedendo qualcosa tra di loro, e tutti se ne sono accorti. L'insegnante di scrittura creativa spinge perché si mettano insieme. I baristi di Starbucks li osservano come si guarda uno show in TV. L'autista dell'autobus che entrambi prendono parla di loro alla moglie. La cameriera fa in modo che si siedano vicini alla tavola calda. Anche lo scoiattolo che vive nel verde del college pensa che siano una coppia perfetta. Sicuramente Gabe e Lea capiranno di essere destinati a stare insieme...


Il commento di Chiara

“Siamo qui davvero”, dico guardandomi intorno. 
“Già” concorda Lea sorridendo. “Dovremmo goderci questo momento”.

Questo libro è veramente qualcosa di molto speciale. E’ come un cioccolatino che assapori quando ti senti giù. Dolce, delicato, tenero e ti  lascia col sorriso sulle labbra.
E’ la storia dell’inizio di un amore, anzi della fatica a far iniziare questo amore. Lea e Gabe sono due anime affini, sembrano fatti per stare insieme. Tutti se ne accorgono tranne loro. Sono molto vidimi e hanno dei problemi a relazionarsi e la storia gira intorno a questo e al problema passato di Gabe, che fatica ancora di più a parlare con le persone.

Gabe è fatto così. È sempre così preoccupato di pestare i piedi agli altri che non riesce neanche a capire se vuoi farti pestare i piedi.

La particolarità di questo libro è però nel fatto che è raccontato in prima persona da più parti (e non solo) che gravitano intorno a questa coppia, e mai da loro. Questa cosa è geniale. Avevo paura che avrei faticato a star dietro ai vari narratori ma questo problema non si è presentato. La storia si dipana da vari punti di vista, in maniera chiara e fluida. E’ una trovata originale che a me è piaciuta tantissimo. Inoltre i paragrafi sono corti e ti invogliano a leggerne sempre più.

Sono stanco di dover assistere al loro svitato rituale di accoppiamento. 
Parlatevi! Siete all’università! 
Smettetela di essere così schivi e carini. 
E per me “carini” non ha un’accezione positiva. 
Sono nauseabondi, e anche un po’ patetici.

Tutti (o quasi) intorno a loro fanno il tifo e cercano di aiutarli a incontrarsi, a parlare e comunicare. Per tutti sono anime gemelle, stessi gusti, stessi interessi, stessi modi cortesi ma schivi. Li guardano con affetto e aspettano quest’evolversi della situazione, per loro così difficile. 

“Mi piace l’idea di osservare la loro vita senza che lo sappiano. 
E so che ti potrà sembrare una cosa da svitata patetica e guardona, ma mi rende felice. 
E negli ultimi tempi non ho molte occasioni per essere felice, 
quindi lasciami fantasticare in pace su questa benedetta storia d’amore!”.

È scritto molto bene, scorrevole tanto che ti ritrovi a fine libro quasi senza accorgertene. Nonostante i personaggi siano numerosi, sono tutti ben caratterizzati e la narrazione non annoia mai con descrizioni eccessive.
Vorrei fare un ringraziamento alla Casa Editrice che questa volta ha azzeccato sia il titolo che la cover. Un libro bello, che fa sognare, che fa passare qualche ora col sorriso sulle labbra.

Sono la coppia più strana sulla faccia della Terra. 
Vorrei riuscire a scrivere un’equazione su di loro.

4 commenti:

  1. Che cosa carina questo esercito di "angeli custodi" che li aiutano :)
    E poi sono d'accordo con te Chaira, quel titolo e quella copertina per una volta non mi fanno arriciare il naso ^^
    xoxo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il titolo e la copertina sono belli e anche azzeccati con il libro, la panchina, l'albero, lo scoiattolo ecc

      Elimina
  2. Questa copertina è qualcosa di meraviglioso ai miei occhi. Metto in w.list

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e il libro ne rispecchia la bellezza, brava

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...