venerdì 18 gennaio 2019

Trame e opinioni: Sette giorni in prestito di Tiffany Reisz

Titolo: Sette giorni in prestito
Autore: Tiffany Reisz
Casa editrice: HarperCollins Italia
Collana: eLit
Pag.: 42
Costo: 0,99 ebook















Un concentrato di sensualità, passione, peccato e fantasia. Sfumature di trasgressione... è peccato non leggerle.


Eleanor è una ragazza che ha un rapporto da sottomessa con il suo Master. Il suo amante decide di farle trascorrere una settimana insieme a Daniel, un vedovo, ancora giovane, che vive recluso da tre anni. Lei è innamorata del suo dominatore e passati quei giorni da sottomessa con lo sconosciuto ritornerà a essere quella di sempre.
Molte lettrici amano la Reizs e ho letto che questa autrice è amata oppure odiata. Non mi ha entusiasmato perché non mi piace l'idea della sottomissione. Leggere che Eleanor deve chiamare il proprio amante "padrone" è una cosa che non mi va giù. Se i suoi libri, come ho sentito dire, parlano di rapporti molto particolari tra amanti, non sarò tra le seguaci di questa scrittrice.


Iaia

giovedì 17 gennaio 2019

Trame e opinioni: The player di Vi Keeland

Titolo: The Player
Autore: Vi Keeland
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Pag.: 309
Costo: 9,90 cartaceo
















La prima volta che Delilah incontra il famoso quarterback Brody Easton è in uno spogliatoio maschile, al termine di una partita. È la sua prima intervista come commentatrice sportiva. Un incarico importante e conteso, per il quale sono stati presi in considerazione molti altri giornalisti uomini, ma sui quali Delilah ha avuto la meglio, dopo molta gavetta e molti sacrifici. Figlia di un famoso giocatore di football, Delilah è praticamente cresciuta in questo mondo, una mosca bianca in un universo di testosterone, sa come muoversi e non è facile metterla in un angolo. Eppure, quando Brody Easton già alla prima domanda decide di mettersi a nudo, letteralmente, lasciando cadere l'asciugamano che lo copre, lei non sa proprio che fare. A metterla in difficoltà non è tanto la statuaria bellezza, quanto l'atteggiamento provocatorio e la sfacciataggine dell'atleta che, fin da subito, inizia infatti a flirtare con lei. Ma Delilah non esce con i giocatori. O meglio, non esce con quel tipo di giocatore: di bell'aspetto, forte, arrogante, che vive di vittorie e conquiste, dentro e fuori dal campo. E Brody Easton in questo è un vero giocatore.


Pensavo che questo romanzo fosse legato a un altro che la casa editrice ha pubblicato quasi in contemporanea, mi sbagliavo e ringrazio Chiara per l'attenta delucidazione. Stando fuori dai meccanismi del blog e delle varie uscite mi sono persa un po' per strada in quest'ultimo periodo. 
The player è una storia estiva senza grandi pretese, la si può leggere ovunque, sotto l'ombrellone, come ho fatto io, oppure non sapendo quando pubblicherò questa mia recensione, probabilmente anche seduti sul divano con una tazza di tè. Io avevo un bel bicchiere di menta ghiacciata a farmi compagnia. Peccato ora che ci penso avrei potuto benissimo scattare una foto... ma credo di stare tergiversando sulla storia tra Delilah, gran bella donna, con una bella forza d'animo, anche se poi non può farne a meno a cadere come una pera cotta ai piedi del giovane aitante, bellimbusto, affascinante quarterback, Brody Easton. Beh diciamo che anche lui fa la stessa fine...
Una storia nata negli spogliatoi, Delilah cresciuta nell'ambiente sa come muoversi ma non si aspetta minimamente che invece Brody l'accolga a braccia aperte e in bella vista. 
Di questo romanzo se tutto si fosse fermato solo alla storia passionale tra i due protagonisti quasi sicuramente mi sarei fermata a dirvi che è la classica storiella, invece, quello che me l'ha fatta apprezzare è la storia che c'è dietro Brody, l'uomo dai sentimenti nascosti, che non ama parlare del suo passato, che vorrebbe dimenticarlo ma non può perché la persona che in questo momento gli sta più a cuore è rinchiusa in una clinica. Marlene, la signora che lo ha visto crescere, che lo ha aiutato a superare il dolore più grande, la perdita dalla donna che ha amato per tantissimo tempo. La stessa che a distanza di anni torna al capezzale della nonna...
Qui mi fermo perché altrimenti racconterei tanti particolari...
Ripeto una bella storia leggera e allo stesso tempo non troppo frivola, interessanti i dialoghi e le descrizioni, ripeto una piacevole lettura estiva!!!




Floriana

mercoledì 16 gennaio 2019

Trame e opinioni: La luce dell'amore di Mary Balogh

Titolo: La luce dell'amore
Autore: Mary Balogh
Casa editrice: Mondadori
Collana: Oscar Mondadori
Pag.: 404
Costo: 13,00















Trama

Rimasto cieco a causa di un colpo di cannone sul campo di battaglia, Vincent Hunt, lord Darleigh, si è ormai abituato alla propria condizione. Non così la sua iperprotettiva famiglia, che fa dittuo per trovargli moglie. Per sfuggire alle macchinazioni matrimoniali, Vincent decide di ritirarsi in campagna, dove tuttavia gli è impossibile mantenere l'anonimato. Vittima dell'ennesima trappola, viene però salvato dall'intervento di una sconosciuta dalla voce sensuale, Miss Sophia Fry, che in conseguenza di ciò viene cacciata di casa dal tutore che la ospita. E questa volta è Vincent a venirle in soccorso offrendole un matrimonio di convenienza: un accordi nato dalla disperazione, ma che schiuderà loro sorprendenti prospettive...


Buonasera lettori, dunque ancora una volta, un romanzo di Mary Balogh non mi ha travolta. La luce dell'amore è il secondo di una nuova serie che mi sto apprestando a leggere, a dire il vero, per me questo è il primo, senza rendermene conto ho cominciato leggerlo e quindi ora dovrò recuperare il precedente, La proposta (già recensito qui)
Protagonisti di questo bel romanzo, perché seppur i personaggi non mi abbiano entusiasmato non smetterò mai di scrivere che la Balogh nei suoi romanzi, a partire dalle descrizioni di paesaggi, di viste mozzafiato, ma anche delle caratterizzazioni è davvero brava, quindi, quando leggo uno dei suoi libri entro da subito in sintonia con l'ambiente circostante. Ma ora passiamo alla vera storia che coinvolge Vincent, un uomo non molto fortunato, visto il suo status di salute; rimasto cieco, proprio nella sua prima battaglia, ha attraversato un periodo buio (non è un gioco di parole), dover cominciare a convivere con la sua cecità, cercare di gestire la propria vita non è semplice. Oltre questo, ha una famiglia che seppur vicina, lo vorrebbe sistemato con una donna che capisca la sua situazione e che comprenda il suo compito. A Vincent questo non va giù e così decide di fuggire, certo il suo peregrinare, se inizialmente gli dà quel senso di libertà, con il passare delle settimane subentra una sensazione di inadeguatezza, lasciando il posto a una voglia di stabilità ma lontano dai suoi famigliari.
Ma anche quando giunge in una delle tante residenze di famiglia con la convinzione che non verrà trovato, le cose non sembrano cambiare, sembra che la mamma e le sue sorelle abbiano previsto che si sarebbe recato anche lì, attirando non solo la curiosità del vicinato, ma anche di una famiglia altolocata, con una figlia da sistemare. 
E ci risiamo, ma in suo aiuto arriva Sophia.
Ecco, diciamo che fin qui la lettura non mi è dispiaciuta, ma dal momento in cui Vincent e Sophia si sposano è tutto troppo lento, flemmatico e non mi ha per nulla convinta.
Potrei dirvi che il romanzo mi è piaciuto a metà, e in effetti non ho molto altro da aggiungervi, spero che questa prima impressione si riveli solo un fuoco di paglia, e che non sia una serie altalenante come la precedente, Stepleton-Downes.

La nuova serie che mi accingo a leggere è The survivors' club è composta da sette libri, lunghetta, più uno spin off.

#1 The proposal - La proposta - recensione
#1,5 The suitor - non tradotta in Italia
#2 The Arrangement - La luce dell'amore
#3 The Escape - Due cuori in fuga
#4 Only Enchanting - Puro incanto
#5 Only Promise - Una promessa soltanto
#6 Only Kiss - Un bacio soltanto
#7 Only Beloved - Mio unico amore


Floriana



Rubriche: Cosa segnalo oggi? #3


Autore: S.M. May
Titolo: UNFAIR TERMS (Clausole vessatorie)
Serie: Secret Agreements #2
Editore: self publishing
Uscita: 15 gennaio 2019
Pagine: 255
Genere: MM, contemporaneo
Ambientazione: alta finanza, corporate, circoli BDSM












Prezzo: ebook € 0,99 in preorder e sino al 17/01 – poi € 2,99
Disponibile anche su KU
Cartaceo: disponibile da fine Gennaio

Volume precedente: SECRET FUNDING (Finanziamento segreto)


Noah Kress ha sempre avuto due immutabili punti di riferimento: la sua azienda di private equity e il suo lavoro segreto al Circolo, uno dei club più esclusivi di Boston. Eppure, da pochi mesi c’è una nuova stella nel suo cielo: Martin Scheer, l’amante più difficile e il gestore di un impero finanziario a cui può ambire solo da lontano.
Perciò l’unica cosa che Noah può fare è stare attento a non scottarsi, perché Martin è abituato a brillare senza altri comprimari intorno e il suo passato è in grado di bruciare tutto ciò che gli sta troppo vicino.

Parker Andolfi è tanto vincente nel ruolo di esperto di contrattualistica e diritto finanziario, quanto è fragile nella propria solitudine e in una ricerca d’affetti che sinora è stata la principale causa della sua rovina.
Lud il Rosso, il dom più esperto del Circolo, potrebbe riportare il giusto ordine nel caos in cui sta lentamente precipitando, ma prima Parker deve dimostrare di valere abbastanza per invogliarlo a fare un tentativo.

Segreti inconfessabili, faide familiari, gruppi societari da espugnare: le partite entrano nel vivo, le clausole iniziano a reclamare gli adempimenti più dolorosi…
…e non tutti i giocatori sono disposti a pagare il giusto prezzo.


Il secondo intenso capitolo di SECRET AGREEMENTS.



martedì 15 gennaio 2019

Rubriche: L'angolo di Dolci

Titolo: Operazione Wolfbane
Autore: Shannon West
Casa editrice: Quixote Translations
Pag.: 142

Costo: 3,40 ebook
















Evan Grant, guardia di sicurezza nella prigione dei Cacciatori, è ansioso di dare buona prova di sé. All’arrivo di un nuovo prigioniero se ne sente immediatamente attratto. Il mutaforma è Brett, l'uomo più bello che Evan abbia mai visto, e le torture a cui i Cacciatori lo sottopongono gli toccano il cuore. Portandogli antidolorifici e cibo finisce con il creare un forte legame con lui; l’attrazione è travolgente, e il tutto diventa ancora più difficile quando gli scienziati dei Cacciatori gli chiedono di offrirsi volontario per accoppiarsi con il mutaforma, in modo da poter studiare il legame di sangue. Evan accetta di prendere parte all'esperimento solo dopo essersi fatto promettere che nulla possa andare storto, ma dopo l’accoppiamento Brett riesce a sopraffare le guardie e fugge portandolo con sé. Non ci vuole molto tempo perché Evan scopra di essere il più recente "pet" del branco della montagna… e Brett è il suo nuovo master.


Prosegue, con il quinto volume della saga urban fantasy Dark Hollow Wolf Pack, la mia lettura di questa serie che mi piace anche se non mi entusiasma fino in fondo.
Il protagonista del volume è Brett, il gamma del branco di Marco (primo libro), alle prese con il suo comapagno Evan che si rivela essere un Cacciatore come Logan (terzo libro) sullo sfondo della guerra tra mannari e Cacciatori.
Posso iniziare dicendo che questo è, finora, il mio preferito della serie.
Mi piace come è cambiato in positivo il rapporto degli Alpha nei confronti dei loro Pet. 
C'è maggiore rispetto e fiducia in loro tanto che non vengono più trattati come cagnolini. Almeno non in tutte le occasioni.
Anche il mondo dei Dark Hollow viene ampliato meglio e vengono dati alcuni particolari che mi hanno aiutato a comprendere di più le loro leggi. Pure le varie storie precedenti cominciano ad amalgamarsi in maniera più logica tra loro.
Come sempre ho apprezzato il rivedere vecchi personaggi e conoscere i progressi delle loro vite.
Purtroppo non sono scomparsi i vari nomignoli stupidi. 
Quei piccolo, cucciolo, tesorino proprio non mi vanno giù! 
Non riesco ad associarli a dei lupi Alpha come quelli descritti qui.
Continuo senza dubbio con la serie perché mi sono affezionata a questi lupetti coccolosi...

La serie Dark Hollow Wolf Pack è composta da 15 libri, in Italia la Quixote Translations ne ha tradotti 5.

#1 L'alpha e il suo Pet  - recensione
#2 Il grido del Lupo - recensione
#3 La scelta di Logan - recensione
#4 Un Alpha per Gabe - recensione
#5 Operazione Wolfbane





lunedì 14 gennaio 2019

Trame e opinioni: Libri, amori e segreti. Aprile di Della Parker

Titolo: Libri, amori e segreti. Aprile
Autore: Della Parker
Casa editrice: Newton Compton
Pag.: 89
Costo: 0,99 ebook
















Unisciti al gruppo di lettura: sei donne che si incontrano regolarmente per parlare di libri

Le sei donne del villaggio in riva al mare di Little Sanderton aspettano con ansia il loro appuntamento con il gruppo di lettura per parlare del loro amore per i libri

Serena è la preside di una scuola molto rinomata, vive in una bella casa e sembra proprio avere tutto quello che desidera. Eppure la sua vita non è perfetta come sembra: quando si tratta della sua famiglia i problemi non tardano ad arrivare, e poi… C’è il Signor Winchester, l’affascinante padre di una delle studentesse della scuola di Serena, che è preoccupato degli effetti del proprio divorzio sulla figlia Hannah. L’ex moglie, infatti, sta facendo di tutto per complicare le cose e Serena deve dividersi tra il delicato equilibrio a scuola e l’arrivo della sua esuberante nipote Dodie, in lite con la propria madre, la sorella con cui Serena ha un rapporto complicato. Riuscirà a vincere le proprie insicurezze e ad affrontare tutte le difficoltà?

Questo aprile il bookclub commenterà Jane Eyre di Charlotte Brontë, un grande classico sull’importanza di capire che cosa si desidera davvero


Buondì lettori, un dubbio mi perseguita, e mi domando: ma perché la CE non ha stampato direttamente tutta la serie in una sola volta?

Non so se il mio parere sarebbe cambiato, ma credo e penso che forse avrebbe dato una spinta in più a tutto, soprattutto sul senso che permea tutta la storia e cioè di un gruppo di donne che una volta al mese si incontra per scegliere un nuovo romanzo da leggere insieme e da discuterne in seguito, che poi tra l'altro non avviene mai, perché quando lo si legge si scopre che del libro scelto non se ne parla proprio se non per qualche affinità con la protagonista scelta per questa storia dall'autrice. 
Affinità che ancora non ho riscontrato, facendo perdere un po' tutto il senso del gruppo di lettura...
Questa volta siamo nel mese di Aprile, il libro scelto è Jane Eyre, un must della letteratura e che ahimé io non ho letto, ma poiché ho deciso di introdurre una nuova rubrica dedicata proprio ai classici della letteratura credo proprio che cercherò di recuperare.
Ma torniamo al suddetto romanzo, Serena è la protagonista, una vedova, una preside e soprattutta una donna un po' troppo insicura. Questo perché ha subìto l'influenza di una famiglia come dire "più intelligente di lei?", non lo avrei detto ma lei è così che si sente. Si ritrova coinvolta nelle beghe familiari di una ragazza, Hannah, alunna presso la sua scuola.
Il signo Winchester, le chiede il suo aiuto che poi si trasforma in qualcosa di più... 
Ritornando al discorso della brevità dei racconti anche questo non si discosta dalle altre storie, risultando poco descrittivo in tutto. 
Ora mi resta il sesto e ultimo episodio della serie, che nel frattempo è uscita in formato cartaceo tutta per intero... vabbé valle a capire le dinamiche editoriali!!!


La serie The reading group è al momento composta da sei libri:

#1 December - Libri, amori e segreti. Dicembre - recensione
#2 January - .... Gennaio - recensione
#3 February - .... Febbraio - recensione
#4 March - .... Marzo - recensione
#5 April - 
#6 Summer -




venerdì 11 gennaio 2019

Trame e opinioni: Questo piccolo grande errore di Viviana Leo

Titolo: Questo piccolo grnade errore
Autore: Viviana Leo
Casa editrice: Newton Compton
Pag.: 251
Costo: 5,90 cartaceo
















Lucy è una ragazza insicura, cicciottella e piena di complessi.

Una sera, uscita da una discoteca, entra per gioco nello studio di un mago insieme alla sua migliore amica. Ed è così che l'incantesimo ha inizio...
La mattina dopo Lucy si ritrova a letto con Steven Darrin, attore famoso e bellissimo, di cui lei è una grande fan. Lui è spaesato: come è finito lì? E cos'è quel filo rosso che li lega e resiste a qualsiasi tentativo di essere tagliato? Liberarsi è impossibile, anche stando alle parole del mago. E così, intrappolati da quel filo che solo loro vedono, i due partono per New York, dove Steven sta girando un film. Per una star del cinema come lui, portarsi sempre appresso una ragazza è una vera tortura, ma pian piano il bell'attore si accorge che Lucy è diversa dalle donne a cui è abituato: non è attenta al trucco e all'abbigliamento, non è ossessionata dalla linea...
Che ci sia qualcosa in quella ragazza dalle curve morbide, capace di attrarlo?


Ditemi che non vi è mai capitato di desiderare un attore o un cantante, tanto da sperare di trovarvelo, forse non nel vostro letto, ma magari giù al portone o dietro la porta di casa?
A me è successo, come è successo di andare da una cartomante per farmi predire il futuro. Ecco l'ho detto, ora, dirvi che magari non ci credevo è una cavolata, perché altrimenti cosa ci sono andata a fare?
Questo romanzo è il romanzo delle seconde possibilità, quello che dai a un autore quando sei convinto che bisogna dargliela, perché ti piace come scrive e che magari nel precedente romanzo non ti ha completmente convinta.
Infatti, Questo piccolo grande errore a me è piaciuto...
E' stato divertente e paradossale vedere la povera Lucy, sconvolta, svegliarsi per ritrovarsi accanto il suo beniamino, per non parlare del bell'imbusto Steven.
Due personalità sostanzialmente opposte, se pensiamo che uno è un divo del cinema, mentre l'altra non è altro che una commessa in un supermercato, eppure secondo me si compensano a meraviglia, perchè hanno due caratteri completamente diversi, opinioni sempre contrastanti che però sono alla base di un'amicizia prima e una conoscenza più intensa dopo.
Lucy è fantastica, sarà che soffre di un complesso di inferiorità nei confronti della sua amica più magra, più bella con un corpo fantastico, ma porca miseria (lasciatemelo dire) quando si tratta di mangiare non guarda in faccia a nessuno, comprese le stecche da biliardo che la circondano quando è costretta a stare a stretto contatto con Steven.
Quel filo rosso che li lega, non può essere spezzato, il mago l'ha detto, solo loro due potranno farlo, ma come?
Steven, invece, ha mostrato i due caratteri che lo contraddistinguono, quello finto dell'attore, che crede di essere il migliore, no anzi, è il migliore, bello, con un corpo favoloso, e il carattere più introspettivo che nessuno può vedere, solo in pochi e con Lucy scopre che oltre il cinema, oltre i flash dei giornalisti c'è ben altro, una onestà, una freschezza che a lui mancava da troppo tempo e che con quella ragazza che sembrava essere solo una palla al piede rivuole a tutti a costi, senza rendersene pienamente conto finché non comincia a guardarla con occhi diversi.
E' stato uno spasso immaginarli insieme, mi sono divertita a leggere questo romanzo, è stato di una leggerezza ma allo stesso tempo di una verdicità in molti aspetti che mi hanno convinta a terminarlo velocemente.
Ve lo consiglio perché è un libro scorrevole, con discorsi che filano lisci come l'olio, con descrizioni interessanti e bisticci alquanto passionali.


Floriana
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...