giovedì 24 marzo 2022

Rubriche: Tu leggi? Io scelgo! #34

 


Buongiorno lettori, pronti per una nuova lettura nella rubrica, Tu leggi? Io scelgo?, ideata da Chiara del blog, La lettrice sulle nuvole.

In cosa consiste questa rubrica che naturalmente è aperta a tutti, se volete partecipare fate un fischio, saremo ben liete di organizzare il tutto, ma torniamo a noi, la scelta avviene attraverso un sorteggio, dove dal blog assegnatoci scegliamo un libro per poterlo leggere e recensire. Il romanzo scelto questa volta è Con te fino alla fine del mondo dal blog  Il mondo di Krapfy

Titolo: Con te fino alla fine del mondo
Autore: Nicolas Barreau
Casa editrice: Universale Economica Feltrinelli
Pag.: 180
Costo: 8,50 cartaceo

Data di pubblicazione: 9 ottobre 2013












"Mon cher Monsieur, vi starete chiedendo chi è che vi scrive. Non ve lo dirò. Non ancora. Rispondetemi, e provate a scoprirlo. Forse vi aspetta un'avventura che farà di voi l'uomo più felice di Parigi. La Principessa" Così comincia la lettera che stravolgerà la vita di Jean-Luc Champollion, l'affascinante proprietario di una galleria di successo in rue de Seine. Molto sensibile al fascino delle donne, che lo ricambiano volentieri, Jean-Luc vive in uno dei quartieri più alla moda di Parigi, in perfetta armonia con il suo fedele dalmata Cézanne. Tutto procede al meglio, tra vernissage, allegri ritrovi con gli amici nei café di Saint-Germain-des-Prés e romantiche passeggiate au clair de lune lungo la Senna. Finché, una mattina, Jean-Luc scorge qualcosa nella posta: una busta azzurra, scritta a mano. È una lettera d'amore, o meglio, una delle più appassionate dichiarazioni d'amore che lui abbia mai ricevuto, ma non è firmata: la misteriosa autrice, nascosta dietro uno pseudonimo, lo sfida a smascherarla dandogli una serie di indizi. Per quanto perplesso, Jean-Luc sta al gioco. Ma l'impresa non sarà affatto semplice: chi sarà mai la deliziosa impertinente che sembra conoscere così bene le sue abitudini e si diverte a stuzzicarlo? Stregato dalle sue parole, Jean-Luc cercherà di dare un nome a quella donna così intrigante e sfuggente il cui volto gli è del tutto sconosciuto. O forse no?



Mi dispiace ma questo libro non mi è per niente piaciuto.
Ho faticato a entrare nella storia...
Con te fino alla fine del mondo è il primo romanzo che leggo di Barreau, una storia che per molti aspetti potrebbe essere incantevole, con quel velo di mistero che si cela dietro l'enigmatica figura della Principessa, ma che io non ho apprezzato.
Jean-Luc è un gallerista, ama l'arte in tutti i suoi aspetti, vive assaparando ciò che la vita gli offre, donne, buona cucina, amici, serate in compagnia, insomma non si fa mancare nulla, e come potrebbe, tra l'altro è single!
Le cose però cambiano quando inaspettatamente gli giunge una lettera

Quella che tenevo tra le mani tremanti era una bellissima lettera d'amore.
Era diretta a me, non c'era dubbio.
Sembrava arrivare direttamente dal Diciottesimo secolo.

Jean-Luc è incuriosito e soprattutto meravigliato, mai si sarebbe aspettato di ricevere una lettera vergata in una grafia elegante, con parole che in pochi utilizzerebbero per esprimere dolci sentimenti d'amore.
Ecco, fin qui la storia non mi ha sconvolta però era comunque una bella storia, le cose sono cambiate quando lo scambio epistolare (ho sperato in questo) non è avvenuto secondo i canoni classici della lettera scritta a mano, ma attraverso il fantastico pc, non mi è piaicuto per nulla.
Non sono una grande amante dei romanzi scritti attraverso scambi di email, per quanto l'autore non usi questa forma in tutto il libro, per fortuna.
Certo, incuriosisce voler conoscere chi si celi dietro La Principessa, però non sono riuscita a entrare in empatia con il protagonista.

L'arte di sedurre una donna consiste essenzialmente nel non accettare un no, non abbassare mai la guardia e corteggiarla come fosse una regina.
In questo senso, ogni donna è una principessa, ormai l'avevo capito.
Ognuna è un piccolo miracolo e ognuna ha le proprie fissazioni, che è meglio assecondare.



Floriana



16 commenti:

  1. dispiace sempre quando capita così. Questo autore ancora non l'ho letto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non ha entusismato, non mi ha coinvolta per niente

      Elimina
  2. Ho letto anche io questo romanzo, speravo di ritrovare l'ambientazione e il mistero de' "La felicità delle piccole cose" invece non mi ha ammaliato così tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche il tuo titolo conosco ma non ho letto, se dovesse capitarmi nuovamente una scelta gli darò un'altra chance

      Elimina
  3. Io ho fatto un unico tentativo con questo autore e mi sono giurata di non riprovarci mai più!
    Devo ammettere che non mi sono mai capitate recensioni molto entusiaste sui suoi romanzi e ciò mi ha aiutata molto.
    Avevo fatto una fatica immensa a finire quello che avevo scelto nonostante fosse breve proprio per la difficoltà che hai trovato anche tu in questo di non essere riuscita ad entrare in empatia con i personaggi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' importante netrare in empatia con i personaggi perché crei con loro un rapporto, in questo libro non ho ritrovato nulla di quello che amo

      Elimina
  4. Non conosco l'autore ed è un peccato quando non si entra in empatia con una lettura, con i personaggi.

    RispondiElimina
  5. Ho paura degli autori francesi

    RispondiElimina
  6. Ho letto un solo libro di questo scrittore e mi è piaciuto un po', ma non penso di leggerlo mai più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo scarto a priori ma in questo momento passerei tutti i suoi titoli

      Elimina
  7. ho letto quasi tutti di barreau ma questo mi manca, peccato non ti sia piaciuto, questo mi rende un po' restia nel recuperarlo

    RispondiElimina
  8. Non saprei, come scrivo sopra, non lo scarterei come autore ma in questo momento non è in cima alle mie preferenze

    RispondiElimina
  9. Mmmmm non amo neanch’io i romanzi epistolari

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...