venerdì 25 settembre 2020

Review Party: Un amore da principianti di Sarina Bowen

 


Buondì lettori, eccoci a un nuovo review party.

Oggi vi parlo del nuovo romanzo di Sarina Bowen, Un amore da principianti, pubblicato da Always Publishing che ringrazio per la copia in digitale e la possibilità di partecipare.

Titolo: Un amore da principianti
Autore: Sarina Bowen
Casa editrice: Always Publishing
Pag.: 318
Costo: 13,90 cartaceo, 4,99 ebook














Leo Trevi, giocatore di hockey sul ghiaccio agli esordi, ha trascorso gli ultimi sei anni a rincorrere due soli obiettivi: superare il ricordo della ragazza che gli ha spezzato il cuore e sfondare nell’hockey professionistico. Tutto il suo duro lavoro finalmente è culminato in un’opportunità da sogno, un ruolo nei Brookyln Bruisers – la nuovissima e acclamata squadra di Hockey di Brookyln.
Il primo giorno in squadra con i Bruisers, però Leo riceve una bella batosta su tutti i fronti: prima c’è l’incontro col suo nuovo coach, che sembra ribollire di rancore nei suoi confronti e, non da ultimo, lo scontro con l’affascinante ma gelida pubblicista dei Bruisers… niente di meno che la sua ex: Georgia Worthington.
Dire addio a Leo è stata una delle prove più difficili che Georgia abbia mai dovuto affrontare, e salutare il ritorno di lui, così di punto in bianco, nella sua vita non è poi tanto più semplice.
Georgia è comunque determinata a gestire questa spinosa situazione su un piano strettamente professionale, anche perché ha una promozione da assicurarsi nel team dei Bruisers. Ma quando un microfono lasciato acceso per sbaglio cattura una dichiarazione d’amore di Leo solo per lei, dopo tutti quegli anni, allora la situazione scivolerà di nuovo sul personale e molto, molto in fretta: perché la dolcezza di Leo potrà non essere cambiata, ma lui sì. E adesso è determinato a riavere Georgia accanto a sé.


Un nuovo sport romance tra le mie letture, un genere molto in voga in quest'ultimo periodo.
Un amore da principianti è uno di quei romanzi che si leggono benissimo e molto velocemente.
Georgia è una giovane donna che lavora come ufficio stampa per la squadra dei Bruisers.
Una squadra in piena rivoluzione, alla ricerca di quel riscatto rincorso da molto tempo.
Si comincia con la ricerca del coach per poi inserire nuovi giocatori, pedina in una scacchiera che deve andare a ricomporsi senza troppi danni.
Georgia questo la sa, anche perché è alle prese con una situazione molto particolare, il capo ufficio è andato via e lei sta cercando in tutti i modi di coprire tutte quelle situazioni che le diano la possibilità di assicurarsi quel posto che le garantirebbe una sicurezza lavorativa ed economica.
Il nuovo coach non sarà altri che il padre di Georgia, ma cosa succede quando il grande capo, in barba alle polemiche, alle discussioni ingaggia un nuovo giocatore?
Leo Trevi si sente fortunato, giocare nei Bruisers, lo riporta a casa, ma già dal suo ingresso scopre che il suo percorso fino alla conferma ufficiale non sarà tutto rose e fiori.
Il passato tanto temuto è davanti a lui, Georgia e Leo devono fare i conti con quel passato che li ha visti vivere una fantastica storia d'amore, una di quelle storie che ti stringono il cuore e che se vissute intensamente lasciano grandi cicatrici che difficilmente spariscono.
Georgia e Leo devono fare i conti con questo, il ricordo del primo bacio, delle prime effusioni, fino alla loro prima volta, ma se da un lato il giovane giocatore è convinto dei propri sentimenti, l'amore per quella ragazza che lo ha abbandonato non lo ha mai dimenticato, per Georgia rimettersi in gioco non sarà facile, per lo più, ci si mettono anche i sentimenti contrastanti del padre che dopo la rottura dei due ragazzi nutre un forte rancore nei confronti di Leo.
Un amore da principianti mette a nudo l'animo di due giovani, di come i passaggi fondamentali della vita, non sempre sono come vorremmo che fossero e Georgia dovrà fare i conti con i forti sentimenti che Leo prova per lei, dovrà spiegare le scelte fatte molto tempo prima, le paure di ricordi che vorrebbe dimenticare ma che inesorabilmente tornano a farsi vivi.
Forte è però l'attrazione tra i due che non riescono a stare lontanti fuori dal campo da gioco, ma sempre più difficile nascondere agli occhi di altri, un amore mai sopito che brucia su un fuoco mai spento.
Un buon romanzo che non mi ha annoiata, con una buona dose di passione intervallata dal gioco dell'hockey che mostra momenti duri tipici dello scontro corpo a corpo a quelli ludici di una squadra che interagisce con l'ultimo arrivato cercando di introdurlo nella nuova squadra.


Floriana







giovedì 24 settembre 2020

Trame e opinioni: Sulle tracce di Jack Lo Squartatore di Kerry Maniscalco

Titolo: Sulle tracce di Jack lo Squartatore
Autore: Kerri Maniscalco
Casa editrice: Mondadori
Collana: Oscar Mondadori Vault
Pag.: 372
Costo: 19,90 cartaceo












È stata cresciuta per essere la perfetta dama dell’alta società vittoriana, ma Audrey Rose Wadsworth vede il proprio futuro in modo molto diverso. Dopo aver perso l’amatissima madre, è decisa a comprendere la natura della morte e i suoi meccanismi. Così abbandona l’ago da ricamo per impugnare un bisturi da autopsia, e in segreto inizia a studiare Medicina legale. Presto viene coinvolta nelle indagini sull’assassino seriale noto come Jack lo Squartatore e, con orrore, si rende conto che la ricerca di indizi la porta molto più vicina al suo mondo ovattato di quanto avrebbe mai creduto possibile.

Ispirato agli efferati crimini irrisolti che hanno insanguinato la Londra di fine Ottocento, lo strabiliante romanzo d’esordio di Kerri Maniscalco tesse un racconto ricco di atmosfera che intreccia bellezza e oscurità, in cui una ragazza vittoriana molto moderna scopre che non sempre i segreti che vengono sepolti lo rimangono per sempre. 


La forza non si circoscrive soltanto alle questioni fisiche:
una mente brillante e una volontà ferrea sono qualità altrettanto forti da possedere.

La serie Stalking Jack the Ripper ve l'ho presentata in diversi post, vista la mia partecipazione al blog tour, inoltre, aver avuto la possibilità di leggerla per intero è stata una bella esperienza.
Sulle tracce di Jack lo Squartatore è il primo libro della serie, quindi potremmo definirlo un apri pista, perché ci viene presentata la giovane protagonista, Audrey Rose Wadsworth, la sua famiglia e il suo amico nonché corteggiatore, Thomas Cresswell.

"I suoi occhi castani assumono una sfumatura dorata quando qualcosa lo incuriosisce.
Ha un aspetto regale ed è molto bello, tuttavia è più interessato alle formule e a risolvere crimini che a me o alla poesia.
Sa essere oltraggiosamente espansivo, ma subito dopo diventa freddo come il ghiaccio" risposi.

Un po' tutti conosciamo la letteratura nata dietro la figura di Jack lo Squartatore, cupa, costruita su scene a volte anche raccapriccianti, ma la letteratura deve a volte ancor di più con l'uso delle parole e delle descrizioni aiutarci a immaginare ciò che c'è scritto.

Ogni nuovo omicidio era più efferato del precedente, come se Jack non riuscisse a controllare un secondo di più la furia animale che dilaniava la sua anima tormentata.
Come avrebbe ridotto la vittima successiva, se qualcuno non l'avesse fermato in tempo?

Audrey Rose è una giovane donna che detesta pizzi e merletti, detesta gli incontri eleganti, i pomeriggi a casa di qualcuno per sorseggiare tè e biscotti, parlando e soprattutto "tagliando" di quello o quella persona che in quel momento sta attirando l'attenzione.
E diciamo che la stessa Audrey è spesso coinvolta in scandali che fanno arricciare il naso delle signorine perbene.
Il romanzo parla sì delle vicende di Jack lo Squartatore, lo fa dal punto di vista di una donna, delle sue impressioni, dei suoi sentimenti, in un periodo storico molto particolare, una donna che sceglie di dedicarsi con passione allo studio del corpo umano post mortem, di capire le motivazioni e cercare anche delle spiegazioni perché la morte sia arrivata se per vie naturali o perché frutto di un efferato omicidio.
Entriamo nella mente di Audrey con tutte le sue congetture, il suo fiuto anche investigativo, non si accontenta dei ma o dei se, deve arrivare subito al nocciolo del problema e più si avvicina alla verità più la sua storia personale inesorabilmente cambia...
Devo dire che ho anche apprezzato il POV di Thomas, messo proprio al termine del libro, ho avuto modo di conoscere i suoi sentimenti così contrastanti di fronte a Audrey ma nel cuore così sicuri.
Una serie che si prospetta essere molto intrigante, intensa, non vedo l'ora di proseguire con il libro, In fuga con Houdini.

Stalking Jack the Ripper è composta da quattro romanzi più due spin off

#1 Stalking Jack the Ripper - Sulle tracce di Jack lo Squartatore
#1,5 Intalnire cu Thomas Cresswell
#2 Hunting Prince Dracula - Alla ricerca del Principe Dracula - recensione
#3 Escaping from Hudini - In fuga da Hudini
#3,5 Becoming the Dark Prince
#4 Capturing the Devil - A caccia del Diavolo


Floriana




mercoledì 23 settembre 2020

Trame e opinioni: C'è qualcosa nei tuoi occhi di Amabile Giusti

Titolo: C'è qualcosa nei tuoi occhi
Autore: Amabile Giusti
Casa editrice: Amazon Publishing
Pag.: 334
Costo: 0,00 kindle unlimated, 0,99 ebook, 9,99 cartaceo
















Francisca Lopez è un angelo nero impossibile da conquistare: nel suo passato c'è dolore, violenza subita e inflitta, c'è la delinquenza e c'è il carcere. E c'è solo un uomo, Marcus. Con lui ha condiviso la parte più oscura di sé.
Ma ora Marcus se n'è andato, ha scelto di seguire Penny, la dolce ragazza dalle ciocche pastello per la quale ha deciso di cambiare vita, e Francisca deve costruirsi una nuova identità.
Per farlo, sceglie Amherst, la città di Emyli Dickinson, perché la poesia è stata la sua segreta ancora di salvezza. Se poi all'università il corso di poesia contemporanea è tenuto da Byron Lord, un professore giovane, seducente e con un nome decisamente profetico, affascinato dai suoi "occhi di petrolio", la vita di Francisca può davvero sperare in una svolta.
Tra i due nasce uno strano e delicato rapporto: una tenera alchimia d'amore che rischia a ogni momento di essere spazzata via dai segreti di entrambi e dalle tante fragilità di Francisca. 
Una sotria destinata a incrociarsi con la nuova vita dell'indimenticato Marcus e della rivale Penny, in un finale docemente inaspettato.


Sequel del romanzo Tentare di non amarti, C'è qualcosa nei tuoi occhi ci parla di Francisca.
Ho letto entrambi i libri uno di seguito all'altro e recensiti quindi quasi in contemporanea, non si possono leggere a distanza perché quest'ultimo racchiude tutti i sentimenti contrastanti di Francisca che per scelta in Tentare di non amarti non ho voluto parlare.
Dopo la scelta di Marcus di lasciarla per andare a vivere con Penny, Francisca compie una vera e propria riviluzione su stessa, ma il suo cuore è spezzato, il suo passato la perseguita e l'abbandono della persona che ha amato per tantissimo tempo non l'aiuta.
Ma c'è qualcosa che comincia ad affiorare nel suo cuore l'amore per la lettura e la letteratura, ecco perché la scelta di iscriversi a un corso di poesia contemporanea nella città di Emyli Dickinson, Amherst.
Byron Lord o Lord Byron è enigmatico, professore di giorno, musicista di notte, agli occhi della giovane donna è l'ennesimo fighetto con un nome che è tutto un programma, ma non riesce a staccargli gli occhi di dosso.
Occhi che osservano e che fanno terra bruciata.

"Si può sapere cosa vuoi da me?"
"Io niente.
 Chiedilo al destino che ci fa capitare negli stessi luoghi un po' troppo spesso.
Magari è lui che vuole qualcosa da te."
"Il destino è l'alibi di quelli che non vogliono muovere il culo.
Non credo alle cose che capitano e basta.
Credo all'azione di chi le fa capitare..."

I sentimenti di Francisca sono contrastanti, il suo passato la perseguita, sopravvivere è la parola che l'aiuta ad andare avanti, la solitudine è la parola che le stringe il cuore portandola a pensare, a escogitare un modo per far tonare l'unico uomo che abbia mai amato, Marcus.
Me è stato vero amore quello che entrambi hanno provato l'uno per l'altra? O è stato solo un volersi aggrappare l'uno all'altra contro le brutture dei ricordi, stringersi per legarsi, un patto di sangue, un'unione fatta di violenza e salvezza, di paura e passione. Arriva anche il momento di dirsi addio, di accettare le scelte altrui e Marcus con Penny è davvero felice, i mostri del passato resteranno rinchiusi nel passato, ora tocca a Francisca lasciarsi tutto alle spalle e Byron sembra essere la persona giusta.
Un uomo con un fardello importante sulle spalle, un dolore, una colpa che si trascina nel tempo perché i personaggi della Giusti non possono essere semplici, tutti hanno e devono avare una loro storia che deve legarsi, fondersi con le altre ed è quello che avviene tra Byron e Francisca, le loro paure, i loro desideri si amalgamo per diventare tutt'uno, le loro vicende seppur diverse portano cicatrici pesanti nel cuore che difficilmente si possono sanare.
Francisca ne resta affascinata, ma ha paura di ricorminciare a vivere, lei non è degna per il suo trascorso di essere felice, la sua felicità era con Marcus, ma Byron riesce a penetrare in quella corazza, riesce a scandagliare l'animo della giovane e insieme riescono a mescolare le loro paure, le loro storie, la loro tristezza in qualcosa di più grande che è il forte sentimento dell'amore.
C'è qualcosa nei tuoi occhi è la degna conclusione di una duologia forte e carica di sentimenti contrastanti. Amabile con il doppio POV ci aiuta a capire, interpretare le anime dei suoi personaggi, ci aiuta a vedere oltre la corazza che si sono costruiti intorno, sono personaggi che si costruiscono da soli, la loro storia, la loro trama e a noi non resta che scendere nei meandri del loro animo per amarli per quello che sono personaggi risoluti, determinati.
Un libro che ho divorato perché Francisca aveva bisongo del suo spazio, di dare vita a una storia travagliata con tanti tagli sul corpo e nel cuore.

Come detto, C'è qualcosa nei tuoi occhi è il sequel del romanzo Tentare di non amarti (recensione).


Flroiana

martedì 22 settembre 2020

Trame e opinioni: La mia fantastica vacanza in Spagna di Karen Swan

Titolo: La mia fantastica vacanza in Spagna

Autore: Karen Swan

Casa editrice: Newton Compton Editori

Pag.: 384

Costo: 9,90 cartaceo, 4,99 ebook






Uno degli uomini più ricchi di tutta la Spagna, Carlos Mendoza, sta morendo. Ma, quando il testamento viene aperto, i familiari scoprono con orrore che tutto il patrimonio è stato destinato a una giovane donna di cui non hanno mai sentito parlare. Chi è e in che modo l'anziano è legato a lei? Charlotte Fairfax è una consulente legale e, quando le viene chiesto di sistemare la faccenda, accetta di lasciare l'Inghilterra alla volta di Madrid, nonostante manchi solo una settimana alle sue nozze. È sicura, infatti, che non ci vorrà molto per chiudere la questione: ha visto decine di uomini intestare tutto a una donna giovane e bella per poi ravvedersi... Una volta giunta a destinazione, però, Charlotte si accorge che le cose sono più complicate di quello che aveva immaginato. Perché la ragazza dice di non sapere nulla dei piani dell'anziano. Sta forse mentendo? Decisa a scoprire la verità, Charlotte scava nella storia della famiglia Mendoza, alla ricerca di indizi che possano aiutarla a capire. Ben presto emerge una realtà sconvolgente, taciuta per anni, che le impartirà una lezione importante sul vero significato dell'amore...

Charlotte Fairfax deve scoprire chi è Marina Quincy, una donna a cui andrà, per donazione, tutto il patrimonio che Carlos Mendoza ha accumulato e gestito nella sua lunga vita. Il figlio, Mateo, vuole capire il motivo di questa decisione e così assume un professore di storia che farà ricerche mirate sul passato della famiglia e della beneficiaria dei beni patrimoniali.
Verrà scoperta una realtà sconvolgente e tutto si chiarirà. 
Un libro molto bello. I capitoli si alternano tra il presente, vicende che si svolgono nel 2018, e il passato durante la guerra civile in Spagna negli anni ’30. Tutto ciò che accade negli anni del 1900 viene riportato con fatti accaduti in quel tempo e rende vivo quel periodo che, per gli Spagnoli, è stato pieno di vicissitudini. 
Nello stesso tempo il libro parla di amore: sia quello vissuto da Marina Quincy nei confronti di Santi e sia quello di Charlotte con lo storico che sta facendo le ricerche. 
Un romanzo che consiglio di leggere. C’è una cosa che non mi è molto piaciuta. Mentre un capitolo riguardava il presente, ad un certo punto si parla di un ricordo, da parte di Charlotte, che viene descritto senza creare uno spazio tra la riga del presente e quella di pochi anni prima lasciandomi piuttosto confusa tanto da dover tornare indietro per capire ciò che era scritto. Questo si è ripetuto spesso e solo dopo essere arrivata alla fine dell’episodio del passato ho capito cosa l’autrice stesse descrivendo. Ciò mi ha dato fastidio.


Iaia




 

lunedì 21 settembre 2020

Trame e opinioni: Una storia straordinaria di Diego Galdino

Titolo: Una storia straordinaria
Autore: Diego Galdino
Casa editrice: Leggereditore
Pag.: 208
Costo: 9,90 cartaceo














Luca e Silvia sono due ragazzi come tanti che vivono vite normali, apparentemente distanti. Eppure ogni giorno si sfiorano, si ascoltano, si vedono. I sensi percepiscono la presenza dell'altro senza riconoscersi. Fino a quando qualcosa interrompe il flusso costante della vita: Luca perde la vista e Silvia viene aggredita in un parcheggio. La loro vita, sconvolta, li porta a chiudersi in un'altra realtà e il destino sembra dimenticarsi di loro. Eppure, due anni dopo la loro grande passione, il cinema, li fa conoscere per la prima volta e Luca e Silvia finiscono seduti uno accanto all'altra alla prima di un film d'amore. I due protagonisti, feriti dalle vicissitudini degli eventi passati, si ritrovano, così, loro malgrado, a vivere una storia fuori dall'ordinario. Ma l'amore può essere tanto potente da superare i confini dei nostri limiti e delle nostre paure? E il destino, quando trova due anime gemelle, riesce a farci rialzare e camminare insieme?


Allungò le mani, ma non con un movimento brusco, le fece fluttuare nell'aria come i petali dei fiori di ciliegio che impiegano cinque centimetri al secondo per cadere dall'albero e toccare terra e le adagiò sul viso di Silvia, iniziando ad accarazzerlo, sfiorandone con le dita i contorni, la fronte, le sopracciglia, il naso, la bocca.

C'è un momento in cui ti rendi conto che un autore comincia a cambiare quando leggendo i suoi romanzi percepisci che in quel libro c'è qualcosa di diverso. 
Credo che ognuno di noi reagisca al cambiamento in base alle percezioni che riceve dall'esterno o dal contesto in cui ci si trovi o magari anche dal libro che stai leggendo dello scrittore che segui dal suo esordio letterario e ti domandi se questo cambiamento ti piace o no.
Una storia strarodinaria è un piccolo gioiello di letteratura d'amore, dove il destino di due giovani si scontra con una dura realtà, fatta di certezze e perché no, anche di crudeltà, indifferenza...
Ma...

L'amore non teme nessuno, perché sa di essere invincibile, oltre ogni logica.
In guerra e in amore tutto è concesso?
Sbagliato, l'amore gira disarmato, a lui basta arrivare nel cuore delle persone per prendersi tutto, per fare la sua vittoria.
Con o senza spargimento di sangue.
Alla fine, all'amore interessa solamente che chi lo ha affrontato sappia di essere stato sconfitto dal più forte di tutti, dal più forte di tutto.
Ti comanderà, non ti lascerà mai il libero arbitrio.
L'amore è dittatore e a lui sarai fedele. Se per sempre o per poco lo deciderà sempre lui.
Ma comunque vada sarai contento di averlo affrontato e di essere stato battuto.
Perché per una volta nella tua vita, non avrai avuto paura di vivere o di morire.

I sensi sono la parte fondamentale di ogni essere umano, senza di essi non siamo nulla, ma cosa succederebbe se uno di questi venisse a mancare?
Diego Galdino in questo romanzo ha costruito una storia intensa, dove l'input e la costruzione dimostrano che dietro ogni racconto, ogni trama c'è uno studio dell'individuo, del personaggio e della sua evoluzione.
Luca e Silvia si sfiorano senza mai toccarsi veramente, si osservano senza mai guardarsi veramente, si sentono senza mai ascoltarsi veramente, ma l'olfatto e il gusto sono quelli che realmente li avvicinano.
Ma poi due imprevisti, due ostacoli che sembrano insormontabili giungono come macigni sulla vita di entrambi, ed entrambi perdono la giusta via, restano disorientati e come due palline che rimbalzando scontrandosi per la loro forza d'urto si allontanano...

"Mio piccolo Luca, tu e la signorina Silvia siete in viaggio da molto tempo.
Entrambi eravate in cerca di un posto dove fermarvi, la fine del viaggio.
Per alcuni il viaggio non finisce mai, come per Ulisse.
La vita è come un veliero e quando cala il vento non puoi far altro che farti trascinare dalle correnti.
Ma lei potrebbe essere il tuo timone e tu il suo.
Quando il vento riprenderà a soffiare a favore, lei ti farà tenere la rotta giusta e tu la sua.
L'amore è in vista e per voi due non è mai stato così vicino..."

Quando ho terminato Una storia straordinaria sono stata combattuta se dare sfogo alle prime impressioni, alle prime emozioni, quelle che ti fanno scrivere ogni sentimento provato, fino a non renderti conto se sono frutto di un ragionamento oppure di una parte istintiva inseta in noi, beh di sicuro la seconda, però ho scelto di fermarmi e di metabolizzare il tutto, perché se è vero che questo libro l'ho sentito diverso è anche vero che è il giusto cambiamento per un autore che ha scelto di scrivere e di dare una svolta alla sua scrittura.
Una scrittura più densa meno melensa, una scrittura più fluida senza costrizioni, una scrittura che scardina i suoi personaggi per portarli a uno status di vere figure portanti, e poi c'è come mi piace dire e scrivere il contorno, in questo libro ci sono sempre Luca e Silvia, i loro sentimenti, le loro emozioni, le loro paure fanno fronte comune su tutto quello che li circonda, e così viviamo con loro, una Roma che solo pochi conoscono, guardiamo con gli occhi del cuore gli angoli e anfratti di una città eterna con tutte le sue peculirità e stranezze che solo uno scrittore che le vive giornalmente può raccontare con dovizia di particolari.
Quindi oltre a penna e foglio bianco per segnarvi tutte le varie citazioni di film che ci sono dentro, vi consiglio di leggerlo perché scoprirete come me che un autore deve cambiare il suo registro per poter essere migliore di quello che è già!!!


Floriana









domenica 20 settembre 2020

Rubriche: Cosa segnalo oggi? #67

 

Titolo: Nero Velluto

Autore: S.D. Buzzi

Data di uscita: 23/08/2020

Editore: self publishing

Serie: autoconclusivo

Pagine: 195

Ebook: https://www.amazon.it/Nero-Velluto-S-D-Buzzi-ebook/dp/B08GJWHS82/

Cartaceo: https://www.amazon.it/Nero-Velluto-S-D-Buzzi/dp/B08GFSYMK3/

 

Trama:

La seconda opportunità di chiunque tra noi ha un solo nome: si chiama Amore.

Theodore e Perlah sono due universi paralleli, che non dovrebbero potersi incontrare. Al massimo potrebbero sfiorarsi, per poi sfrecciare via in direzioni opposte.

A dividerli ci sono ventitré anni, l’opposta estrazione sociale e perfino la nazionalità.

Ad accomunarli c’è solo la sofferenza. Un dolore radicato e profondo che nulla sembra poter estirpare.

Lei è una prostituta di strada, lui un uomo di successo.

Cosa succederebbe se le loro vite s’intrecciassero in una maniera che nessuno avrebbe mai potuto prevedere? Potranno amarsi o si faranno solo del male a vicenda?


sabato 19 settembre 2020

Rubriche: Cosa segnalo oggi? #66

 

TITOLO: BFF Forever – Edizione Italiana 
TITOLO ORIGINALE: BFF: Forever 
AUTORE: Devon McCormack 
TRADUZIONE: Federica Madarena 
GENERE: QLGBT Contemporaneo 
SERIE: BFF #3 
FORMATO: E-book 
COSTO: 0,00 Kindle unlimated, 3,99 ebook

DATA DI USCITA: 9 settembre 2020




 

JESSE 

È iniziato tutto con il suo tocco elettrico e un uragano di frenetica passione che ha devastato il mio corpo, la mia mente, la mia anima... tutta la mia vita. Sapevamo entrambi dov’era la linea di confine, eppure l’abbiamo superata perché era l’unico modo per sentirci vicini. Ci siamo detti che non era nient’altro che una fantasia, una vacanza al mare che potevamo vivere come un sogno, conservandolo nei nostri cuori, ma sfuggendo alle ripercussioni delle nostre azioni nella vita reale. 

Se solo fosse stato così facile… 

Non riuscivamo a stare lontani l’uno dall’altro, e abbiamo dato vita a un legame che si è trasformato in molto di più. 

Ora la mia testa è piena del padre del mio migliore amico. 

Oh, Eric Westright… mi hai cambiato. Sono dipendente dal tuo tocco. Sono al servizio dei tuoi desideri. 

Continuavo a ripetermi che non era altro che un sogno, ma ora il pensiero di risvegliarmi dalla nostra vita insieme mi terrorizza. Non posso sopportare l’idea di un mondo in cui non ho mai saputo cosa significhi perdersi in quei magnifici occhi blu, sentire le sue carezze sul mio viso, le sue labbra contro le mie… essere amato da lui. 

Oh, ti prego, se tutto questo è un sogno, non farmi svegliare. Lasciami sognare. So di aver fatto un casino, ma posso sistemare tutto quello che ho rotto. Finalmente vedo la luce alla fine del tunnel e sistemerò tutto. 

Farò tutto il necessario. Per favore, lasciami tenerlo con me per sempre.

*Contiene le stesse avvertenze di BFF: Il Padre del mio Migliore Amico e BFF: Claimed. Questa è l’ultima puntata della serie Il Padre del mio Migliore Amico.


TITOLO: Niente di speciale

TITOLO ORIGINALE: Nothing special 

AUTORE: Jay Northcote 

TRADUZIONE: Sara Linda Benatti 

GENERE: QLGBT Contemporaneo 

SERIE: Stand Alone 

FORMATO: E-book 

PREZZO: Disponibile su Kindle Unlimited 

DATA DI USCITA: 23 settembre 2020


Quando le insicurezze di Noah minacceranno la loro relazione ancora sul nascere, Sol riuscirà a convincerlo che lui è abbastanza? Noah pensa di non essere niente di speciale. Altezza media, un po’ magrolino, carino ma con l’aria da geek, è implacabilmente ordinario. Di certo non si aspetta di venire notato da Sol, lo splendido sconosciuto dai capelli scuri che vede di solito tornando a casa dal lavoro. Quando un amico lo convince a correre un grosso rischio per attirare l’attenzione Sol, le cose vanno meglio di quanto Noah avesse osato sperare. Solo che lui non pensa di essere abbastanza interessante o abbastanza sexy da trattenere l’attenzione di Sol. Mentre Sol cerca di avvicinarsi, Noah tenta di proteggere il proprio cuore allontanandosi. Se vuole che la loro relazione sopravviva, Noah deve accettare il fatto che Sol lo veda in maniera molto diversa da come lui vede se stesso. Perché, per Sol, Noah è davvero qualcosa di molto speciale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...