giovedì 7 giugno 2018

AVVISO: BLOG IN PAUSA

Salve cari lettori, decisione difficile da prendere, ma indispensabile in questo periodo.
Non mi fermo qui ad elencarvi quali siano le motivazioni, perché sono davvero tante...
Ma in questo momento, poiché non riesco a seguire come vorrei, ho deciso di prendermi un periodo di pausa, ma non lascio, non mollo...
Sicuramente tornerò più carica di prima.
Mi raccomando fate le brave e i bravi e godetevi questa splendida estate, io farò altrettanto!!!

venerdì 1 giugno 2018

Trame e opinioni: La scrittrice del mistero di Alice Basso

Titolo: La scrittrice del mistero
Autore: Alice Basso
Casa editrice: Garzanti
Pag.: 320
Costo: 17,90
















Trama
Per Vani fare la ghostwriter è il lavoro ideale. Non solo perché così può scrivere nel chiuso della sua casa, in compagnia dei libri e lontano dal resto dell'umanità per la quale non ha una grande simpatia. Ma soprattutto perché può sfruttare al meglio il suo dono di capire al volo le persone, di emulare i loro gesti, di anticipare i loro pensieri, di ricreare perfettamente il loro stile di scrittura. Una empatia innata che il suo datore di lavoro sa come sfruttare al meglio. Lui sa che solo Vani è in grado di mettersi nei panni di uno dei più famosi autori viventi di thriller del mondo. E non importa se le chiede di scrivere una storia che nulla ha a che fare con i padri del genere giallo che lei adora da Dashiell Hammett a Ian Fleming passando per Patricia Highsmith. Vani è comunque la migliore. Tanto che la polizia si è accorta delle sue doti intuitive e le ha chiesto di collaborare. E non con un commissario qualsiasi, bensì Berganza la copia vivente dei protagonisti di Raymond Chandler: impermeabile beige e sigaretta sempre in bocca. Sono mesi ormai che i due fanno indagini a braccetto. Ma tra un interrogatorio e l'altro, tra un colpo di genio di Vani e l'altro qualcosa di più profondo li unisce. E ora non ci sono più scuse, non ci sono più ostacoli: l'amore può trionfare. O in qualunque modo Vani voglia chiamare quei crampi allo stomaco che sente ogni volta che sono insieme. Eppure la vita di una ghostwriter non ha nulla a che fare con un romanzo rosa, l'happy ending va conquistato, agognato, sospirato. Perché il nuovo caso su cui Vani si trova a lavorare è molto più personale di altri: qualcuno minaccia di morte Riccardo, il suo ex fidanzato. Andare oltre il suo astio per aiutarlo è difficile e proteggere la sua nuova relazione lo è ancora di più. Vani sta per scoprire che la mente umana ha abissi oscuri e che può tessere trame più ordite del più bravo degli scrittori.


Niente può fermarla.
Perchè scrivere è la sua missione.
E solo i libri possono indicarle la strada.

Amando io il personaggio straordinario di Vani Sarca, non potevo non leggere subito questo romanzo e naturalmente adorarlo.
Come per gli altri il punto di forza di tutta la storia è proprio lei: Silvana Sarca detta Vani.
Quello che maggiormente ho apprezzato di questo quarto capitolo è come lo sviluppo della protagonista sia in linea con la sua caratterizzazione. Niente farfalle nello stomaco per lei, ma crampi! Bisogna leggere il libro per capire.
Anche gli altri soggetti del romanzo, il commissario Berganza, lo scrittore Riccardo Randi, l'editore Fuschi, la vicina Morgana, la sorella di Vani, Lara sono descritti meravigliosamente. Ognuno di loro si trova di fronte ad avvenimenti molto importanti ma descritti sempre con lo stile ironico della Basso. E inevitabilmente mi sono trovata a sorridere in svariate occasioni. Sempre sorprendende come Vani riesca a comprendere profondamente chi le sta vicino e trovare la soluzione per tutti.
C'è anche un bel mistero da svelare: chi è lo stalker che terrorizza Riccardo? Anche qui mi ha sorpresa scoprire il colpevole, anche se avrei dovuto capirlo che la cosa non poteva risolversi così facilmente...
Il libro finisce sadicamente con un avvenimento che mi spinge a volere SUBITO il seguito!

#1 L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
#2 Scrivere è un mestiere pericoloso

#3 Non ditelo allo scrittore - recensione
#4 La scrittrice del mistero



giovedì 31 maggio 2018

Review Party: Il giallo di palazzo Corsetti di Alessandra Carnevali


Buongiorno lettori, in un periodo che ci vede poco presente sul blog, non ci tiriamo mai indietro a eventi che possono mettere in luce nuovi romanzi. In questo caso, il blog già in precedenza ha recensito i libri di Alessandra Carnevali, quindi è stato un piacere poter accettare la richiesta da parte della CE, Newton Compton, di cui approfitto per ringraziarla, di recensire in anteprima il nuovo romanzo, Il giallo di palazzo Corsetti, recensione curata da Iaia, che avendo letto già i precedenti era la persona più adatta a dare un'opinione.

Titolo: Il giallo di palazzo Corsetti
Autore: Alessandra Carnevali
Casa editrice: Newton Compton
Pag.: 282
Costo: 3,99 ebook, 9,90 cartaceo















Trama
La cittadina umbra di Rivorosso è da qualche settimana in grande fermento: Canale 16, neonata rete televisiva nazionale, ha scelto il castello della contessa Corsetti Billi come location per un reality show musicale, intitolato Sing Sing. Le due parole, che in inglese significano "canta canta", sono anche il nome di una celebre prigione americana. I sei concorrenti scelti dalla produzione devono infatti cantare, vivere e raccontarsi h24 dentro il castello, senza poter mai uscire. Tutto procede a meraviglia fino alla serata finale, che decreterà il vincitore in diretta nazionale. Tutta Italia, con l'intera Rivorosso in prima fila, è davanti alla tv per sapere chi tra i concorrenti conquisterà il titolo, quando un terribile incidente trasforma in tragedia il clima festoso della proclamazione e dà inizio a una serie di morti misteriose. Il commissario Calligaris, affiancato dal fedele ispettore Matteo Corvo, si troverà a indagare a trecentosessanta gradi nel mondo patinato dello show business e nelle vite degli artisti. Che sono luminose solo all'apparenza...


Non sono certa della notizia, ma da quello che ho capito, questo è il terzo e ultimo libro giallo dedicato al commissario Adalgisa Calligaris, donna un po' sui generis, ma molto apprezzata per il suo lavoro.
In questo libro insieme alla Calligaris troviamo un nuovo personaggio, una ragazza del paese di Rivorosso che, per emergere e farsi notare ha creato un blog di gossip e informazioni riguardanti persone dello spettacolo e, attraverso canali non ufficiali viene a conoscenza di notizie del passato delle persone assassinate, sarà una fonte di notevole aiuto per il nostro commissario.
Sarà trovato il colpevole, ma questa svolta, il merito non è del solo commissario, ma anche grazie alla blogger intemperante, intraprendente.
Lo stile dell'autrice è sempre piacevole, pochi fronzoli nella stesura, diretta e semplice e con tante battute in dialetto, che non distolgono mai il lettore dal fulcro del romanzo.
Della trilogia, la storia che mi è piaciuta di più è "Il giallo di Villa Ravelli", ma anche questa ha le sue peculiarità. E ne consiglio la lettura.
Ritengo che la Carnevali sappia far emergere dalla sua penna, quelle caratteristiche peculiari dei personaggi che li rendono credibili, realistici, simpatici e veritieri.

La serie Un'indagine del commissario Adalgisa Calligaris, è al momento composta da tre libri:

#1 Uno strano caso per il commissario Calligaris - recensione
#2 Il giallo di villa Ravelli - recensione
#3 Il giallo di palazzo Corsetti







martedì 22 maggio 2018

Trame e opinioni: Al momento giusto nel posto sbagliato di Elle Casey

Titolo: Al momento giusto nel posto sbagliato
Autore: Elle Casey
Casa editrice: Amazon Crossing
Pag.: 369
Costo: 0,00 kindle unlimated, 4,99 ebook, 9,90 cartaceo
















Trama
La vita di Jenny è tutto fuorché eccitante, tra giornate passate incollata al computer a scrivere programmi informatici e serate trascorse spiaggiata sul divano a guardare ore e ore di documentari sugli animali. Del resto per una mamma single con tre marmocchi l'avventura e il romanticismo sono un vago ricordo e un lontano miraggio. Quando perciò sua sorella le propone una consulenza per la Bourbon Street Boys, l'agenzia di sicurezza privata per cui lavora da due mesi, Jenny pensa che May sia impazzita. Già le sembra assurdo che la sua sorellina debba dare la caccia a dei criminali, come può immaginare di mettere in pericolo anche la propria vita? Peccato che nella squadra ci sia Dev, un energumeno con un fisico da sballo e una fossetta che sembra essere stata messa lì solo per invogliarla a gettare ogni cautela al vento.


E' davvero un peccato quando hai dato un punteggio massimo in un romanzo e poi scopri che il secondo, seppur trattante di altri personaggi, non ti ha convinta.
Ok... partiamo dall'inizio, Al momento giusto nel posto sbagliato, non è propriamente intrigante come il precedente, l'ho trovato un po' monotono e a volte ho anche girato le pagine per vedere se ci fosse qualcosa in più, un input, un qualcosa che mi coinvolgesse, ma nulla.
Jenny è la sorella maggiore di May, protagonista de L'uomo giusto al numero sbagliato, la sua storia con Ozzie, è completamente diversa, anche le dinamiche che li coinvolgono, un po' di suspense, un po' di passione...
Seppur più ponderata della sorella, perché madre single di tre figli, ha i suoi momenti, infatti, il personaggio descritto dall'autrice, non si discosta molto per modi di fare, pensare, dall'altro, anche se ripeto stiamo parlando di una mamma che porta su di sé il peso di una famiglia.
Comunque a parte questo, l'incontro con Dev, non poteva che essere destabilizzante, per la nostra Jenny, che non frequenta un uomo da più di un anno, cioè da quando suo marito Miles, l'ha lasciata. Da allora si è dedicata anima e corpo ai figli, al lavoro, trascurando la sua femminilità, l'essere donna con le proprie esigenze. Dev, invece, sembra essere l'uomo delle caverne, enorme, nel senso laterale della parola, essendo lui, l'addetto agli allenamenti nella Bourbon Street Boys, quindi ha un fisico prestante, da mozzare il fiato, ma soprattutto quello che salta agli occhi è la sua altezza.
In questo romanzo, a parte la storia tra Jenny e Dan, non c'è altro, non ho trovato l'azione che mi aspettavo da un gruppo di uomini che lavorano in incognito, per il governo, un'agenzia di sicurezza privata.
Il modo di scrivere dell'autrice mi piace molto, al di là della storia, il libro è scritto bene, le descrizioni lasciano spazio all'immaginazione, ma questa volta non l'ho trovato così coinvolgente.
Novità in questo frangente, appena scoperta, è che il terzo libro è in uscita ad agosto, quindi non devo attendere molto, anche perché ho già sbirciato, copertina e trama, e siccome sono brava ve la posto qui...
TRAMA: Ha sempre pensato che quel bacio fosse stato il suo primo errore, ma ora si sta chiedendo se il vero errore non sia stato fuggire Antoinette “Toni” Delacourte, membro dell’agenzia di sicurezza privata Bourbon Street Boys, è una donna forte, dura come la roccia, che tenta di dimenticare gli errori del passato. Dieci anni fa, Toni ha baciato Lucky, il miglior amico di suo fratello. Subito dopo, temendo che il loro legame potesse incrinare il gruppo che lei considerava come una famiglia, si era allontanata da lui finendo in una relazione violenta tra le braccia di Charlie. Nell’ultimo decennio si è sforzata di mantenere platonici i sentimenti per Lucky: è un amico e un collega e anche lui ha un passato difficile da affrontare. Adesso, però, libera da Charlie anche se incapace di scrollarsi di dosso il suo terribile ricordo, Toni si scopre ancora più vulnerabile ai sentimenti, finché un evento inaspettato non mette tutto in discussione.




Allora dalla trama sappiamo che la prossima protagonista sarà Toni, personaggio che ho trovato molto interessante in questi romanzi, citata più volte per il suo atteggiamento poco incline ad accettare nuove unità nella squadra. Credo che ne vedremo delle belle e voi cosa ne pensate?

La serie Bourbon Street Boys è composta da quattro romanzi

#1 Wrong number, Right guy - L'uomo giusto al numero sbagliato - recensione
#2 Wrong place, Right time - Al momento giusto nel posto sbagliato
#3 Wrong question, Right answer - La risposta giusta alla domanda sbagliata - uscita prevista il 7 agosto
#4 Wrong turn, Right direction





lunedì 21 maggio 2018

Trame e opinioni: Destroy me di Tahereh Mafi


Titolo: Destroy me
Autore: Tahereh Mafi
Casa editrice: 
Pag.:
Costo:
















Trama

Perfetta per i fan di Shatter Me, che sono disperatamente in attesa dell'uscita di Unravel Me, questa novella colmerà il divario tra questi due romanzi dal punto di vista del cattivo che tutti noi amiamo con odio, Warner, lo spietato leader del settore 45.
In Shatter Me di Tahereh Mafi, Juliette è fuggita dalla Restaurazione seducendo Warner e poi sparandogli ad una spalla. Ma come si scoprirà Destroy Me, Warner non è così facile da eliminare. . .
Tornato alla base e cercando di recuperare dopo la ferita quasi fatale, Warner deve fare tutto ciò che è in suo potere per tenere a bada i suoi soldati e sopprimere ogni idea di una ribellione nel settore. Ancora ossessionato da Juliette, la sua prima priorità è trovarla, riportarla indietro e uccidere di Adam e Kenji, i due traditori che l'hanno aiutata a fuggire. Ma quando il padre di Warner, il comandante supremo della Restaurazione, arriva per rimediare agli errori di suo figlio, è chiaro che ha piani molto diversi per Juliette, e Warner non può permetterselo.
Ambientato dopo Shatter Me e prima del suo successivo sequel, Unravel Me, Destroy Me è una novella raccontata dal punto di vista di Warner, il leader spietato del Settore 45.




Con questa novella conosciamo meglio Warren.
In questo breve racconto viene messo in luce il rapporto di Warner con il padre. Una relazione basata sulla paura. Un padre che non accoglie il figlio ma lo addestra alle armi e al comando e soprattutto è un padre che denigra. Non meraviglia che Warner sia uscito così!!!
Nel corso della narrazione viene evidenziato il suo amore per Juliette. Un amore che sa di ossessione morbosa… Attraverso la lettura del taccuino della ragazza, Warner si accorge del senso di solitudine provato da lei e in quel senso di abbandono riconosce la sua solitudine, il suo dolore. Sono due anime sole che però non riescono a trovare un punto di contatto, soprattutto perché Juliette prova repulsione per Warner.
Questa breve storia è solo un punto di collegamento che vuole farci conoscere meglio il protagonista “cattivo” della storia. Attraverso le pagine di questo racconto ho imparato a conoscere meglio questo personaggio, ma continuo a non amarlo. Mi sembra molto disturbato.


La serie Shatter me è composta di 6 libri, più 2 spin off (in quinto e il sesto, non hanno ancora titolo)

#1 Shatter me - recensione
#1,5 Destroy me
#2 Unravel me
#2,5 Fracture me
#3 Ignite me
#4 Restore me
#5 ...

#6 ...



















sabato 19 maggio 2018

Blogtour + Giveaway: A ogni costo di Brenna Aubrey


Buon pomeriggio cari lettori, eccoci qui con l'ultima tappa del blogtour che ha visto partecipare lungo il suo percorso, diversi blog, ognuno con un proprio compito, sviscerando il romanzo, facendoci conoscere attraverso un'intervista l'autrice e la traduttrice del romanzo, conoscendo i personaggi e via di seguito...
Vi è piaciuto? Lo avete trovato interessante, sinceramente a me ha incuriosito tanto e non vedo l'ora di cominciare a leggerlo.
Ma ora vediamo un po' di capire cosa faremo in quest'ultima tappa...
Una bella sorpresa e cioè un giveaway per concludere il tutto.
In palio una copia ebook del romanzo A ogni costo.

Titolo: A ogni costo
Autore: Brenna Aubrey
Casa editrice: Silver Griffon Associates
Pag.: 329
Costo: 4,99 ebook

La serie è formata da diversi libri compreso un prequel e uno spin off

#0,5 Girl Geek
#1 At Any Price - A ogni costo
#1,1 At Any Price Bonus
#2 At Any Turn - A ogni svolta
#3 At Any Moment - A ogni momento
#4 For the Win
#5 For the One
#6 Worth Any Cost




Trama
Quando Mia Strong, una popolare blogger di videogiochi, mette all’asta la sua verginità online, sa che creerà scompiglio. Ma non ha nessuna intenzione di avere una storia d’amore. Le sue regole sono incise nel marmo: una notte. Nessun ulteriore contatto.
È un passo disperato, ma è l’unico modo in cui potrà frequentare la facoltà di medicina e pagare le crescenti spese ospedaliere di sua madre.
Adam Drake, l’enigmatico vincitore, è un genio del software che ha fatto i suoi primi milioni a diciassette anni. Ora, a ventisei anni, è sexy, motivato e… come amministratore delegato della sua società di videogiochi, è abituato a fissare lui le regole. Prima che Mia possa rendersi conto di quello che sta succedendo, Adam trova le scappatoie nelle clausole del contratto dell’asta. Ogni condizione che lei ha posto per proteggere il proprio cuore viene gettata alle ortiche.
Non riesce a capire se lui sta giocando con lei… o se fa sul serio.


Cosa fare per partecipare al giveaway:

#1 commentare le tappe precedenti


questi sono i blog partecipanti, vi basta cliccare sul nome e vi troverete direttamente catapultati nel romanzo.


Scadenza del giveaway sabato 26 maggio...

Vi aspettiamo!!!




venerdì 18 maggio 2018

Trame e opinioni: Messi vicini per caso di Patrizia Gariffo

Titolo: Messi vicini per caso
Auotre: Patrizia Gariffo
Casa editrice: LFA Publisher
Pag.: 178
Costo: 3,49 ebook
















Trama
Un incontro casuale tra due ragazzi, Andrea e Stella, su un treno Roma-Milano in una calda giornata di luglio, è lo spunto da cui si dipana una vicenda complessa e semplice nello stesso tempo. Andrea e Stella, che in comune hanno un passato doloroso, cominciano, in una Milano affollata e colorata, un viaggio che li riporta indietro nel tempo...


Stella e Andrea si conoscono per caso sul treno che da Roma li porta a Milano. Lei scappa da una madre anaffettiva e lui va a Milano per conoscere il padre biologico, Davide.
Andrea verrà a conoscenza di 25 anni di bugie raccontate da Carla, madre di Davide e quanto questa abbia rovinato varie vite per perseguire i suoi scopi.
Una tragedia che alla fine si tingerà un po' di rosa e farà recuperare un rapporto molto delicato.
Il libro non è male, riguarda un tema importante. É una storia realistica che mette in evidenza quanto le bugie, pur ben architettate, alla fine vengano allo scoperto. Ci sono molte vite intorno a queste bugie e tutte in qualche modo hanno subito dei travolgimenti forzati e hanno reso i personaggi umani, ma secondo me, l'epilogo è stato piuttosto veloce.
Vorrei dare un consiglio all'autrice, di rivedere la regola grammaticale della congiunzione eufonica.
Comunque un libro carino.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...