mercoledì 15 luglio 2020

Rubriche: Cosa segnalo oggi? #59



La Seconda Moglie
Juls Way


TITOLO: La seconda moglie
AUTORE: Juls Way
EDITORE: Words Edizioni
GENERE: Storico vittoriano
FORMATO: Ebook (2,99 – in offerta a 0,99 nel giorno d’uscita) Cartaceo (13,90)
PAGINE: 265







«Allora ditemi, lady Montegue, come immaginate la donna del nuovo secolo?»
«Sarà libera.»


Londra, 1899
All’alba del nuovo secolo, lady Lavinia Roseland, figlia del Conte di Carvanon, è costretta a un matrimonio combinato con lord Edward Montegue. Un’unione nata male in partenza: lei ha una reputazione macchiata, un carattere terribile e una lingua ben affilata; lui, vedovo e con una carriera politica da portare avanti, la vorrebbe tenera e devota. Tuttavia, Edward non è immune al fascino di Lavinia che, con le sue mise maschili, si fa ambasciatrice di idee nuove e rivoluzionarie. Ad avvicinarli sarà la strana e improvvisa sparizione del padre di lei. Marito e moglie si ritroveranno così nella romantica Cornovaglia, ospiti di una tenuta ricca di misteri, per scoprire vecchi e nuovi intrighi della famiglia Carvanon.



L’AUTRICE

Juls Way ha venticinque anni e vive a Bologna, dove frequenta la Scuola di Archivistica. Urbinate di nascita e di adozione, si è laureata in lettere moderne e in storia dell’arte. Cresciuta a libri, Guccini e Platone, è un’inguaribile romantica; ama il cinema, le serie tv (soprattutto i period drama), il sarcasmo e andare in giro per mostre e musei. Il suo sogno è di vivere a Parigi, in una mansarda arredata in stile anni Venti, con vista sul Quartiere Latino. Inventa storie da quando ne ha memoria, ma La seconda moglie è il suo primo romanzo.



ESTRATTI

1.
‹‹Ah, dimenticavo!›› disse una volta sulla porta, mentre ormai sua moglie si stava sciogliendo il cappellino da viaggio. ‹‹La prossima settimana terremo una cena, così potrete dare prova delle vostre doti da padrona di casa.››
‹‹Fantastico, fremo all’idea›› borbottò sottovoce Lavinia, alzando gli occhi al cielo.
‹‹Magari evitiamo il sarcasmo con gli ospiti.››
‹‹Dipende, se verrà anche mia madre farò davvero fatica a trattenermi.››

2.
‹‹Vivere al di fuori delle regole della società non l’ha resa più libera, infatti. In un mondo che identifica nell’etichetta l’essenza di una persona, lei perde il diritto ad innamorarsi, ad essere felice. Siamo disposti ad accettare tutto benché si rimanga nei propri confini, tra i propri simili…›› mormorò flebilmente, appoggiando senza pensare la mano sulla gamba di lui. Solo lord Montegue percepì in modo strano questa vicinanza? Il tocco di Lavinia era delicato, quasi impalpabile, eppure, mentre continuava a tradurre per lui quei versi in italiano, vivido sulla sua pelle nonostante il tessuto. Mentre sul palco le vicende dei personaggi giungevano all’inevitabile epilogo, anche Edward sentì all’improvviso delle emozioni forti e difficili da controllare. Era come se avesse colto una sfumatura in quelle parole che le ricordavano Lavinia stessa. Strinse la mano di lei, che avvampò violentemente. La Traviata lo sconvolse in una maniera che non credeva possibile.

3.
‹‹Lavinia, credo che forse dovremmo smettere di evitarci.›› Edward cercò di cominciare dal principio, scoprendosi a sua volta molto nervoso. ‹‹Vi ho raggiunta qui a Brightworth Home perché, tra le altre cose, pensavo di corteggiarvi, con il vostro permesso, s’intende.››
‹‹Noi, però, siamo sposati.››
‹‹Sì, lo so.›› Non era proprio la risposta che si aspettava. ‹‹Dovete sempre essere così puntigliosa?››




martedì 14 luglio 2020

Trame e opinioni: Iniziò tutto d'estate di Emma Davies

Titolo: Iniziò tutto d'estate
Autore: Emma Davies
Casa editrice: Newton Compton Editori
Pag.: 256
Costo: 5,99 ebook, 9,90 cartaceo















Il soprannome di Isobel è "regina dei ghiacci" perché ha un carattere solitario e difficilmente dà confidenza agli estranei. Questa estate ha deciso di isolarsi completamente dal mondo, rintanandosi in un cottage di campagna, lontano da tutti. Ha solo sei settimane per portare avanti il suo progetto segreto ed è importante che nessuno sappia dove si trova. Così sbarra la porta e chiude tutte le tende, decisa a rimanersene da sola con il suo violino. Ma Tom, il proprietario della casa che Isobel ha affittato, si sente istintivamente attratto dalla musica che proviene da lì dentro. Chi è la misteriosa nuova inquilina e perché si nasconde? La ragazza sembra completamente indifferente alla bellezza delle colline circostanti e non pare intenzionata a uscire dal suo guscio. Ma non ha fatto i conti con la testardaggine di un affascinante giovanotto dagli occhi blu, che ha appena deciso che la sua missione personale è stanarla. Isobel riuscirà a trovare il coraggio di fidarsi?


Isobel è una violinista che si è rifugiata in una fattoria, chiamata Joy’s Acre, per trascorrere un periodo di relativa tranquillità mentale, lontana dai suoi genitori che con il loro comportamento l’hanno sempre ossessionata a lavorare alla sua musica pur di ottenere il successo a cui ambivano da quando la protagonista era una bambina prodigio. Tom è un impagliatore di tetti che sta lavorando presso la fattoria in cui è ospite la protagonista e che sta soffrendo da due anni per la perdita del fratello. Frequentandosi i due personaggi si accorgono che tra loro ci sono affinità che vogliono approfondire e che aiutandosi, confortandosi e aprirsi li porteranno a raggiungere la serenità di cui hanno bisogno e di guardare al futuro con più obiettività.
Una storia introspettiva, psicologica, ma che, secondo me, è stata trattata con superficialità. Le varie spiegazioni si sono ridotte a poche righe e ciò ha comportato una certa insoddisfazione. Il cambiamento di Isobel che da persona incapace di mostrare le proprie emozioni è arrivata a conquistare la propria libertà mentale e quindi a esternare i sentimenti che albergano nella sua anima è dovuto alla vicinanza di Tom e a farle prendere coscienza di capire dove vuole andare. Tutto ciò va contro il volere di sua madre che l’ha soggiogata per tutta la vita e quando lei decide di scrollarsi dalle spalle questa cappa pesante lo fa con risolutezza, ma l’autrice, in pratica, non approfondisce bene come sia riuscita a risolvere i problemi. Il rapporto tra Isobel e i suoi genitori, che è il motivo principale del comportamento di lei, non ha avuto l’attenzione dell’autrice che, a parer mio, avrebbe dovuto sottolineare.


Iaia

lunedì 13 luglio 2020

Trame e opinioni: Perché la notte appartiene a noi di Amabile Giusti

Titolo: Perché la notte appartiene a noi
Autore: Amabile Giusti
Casa editrice: Amazon Publishing
Pag.: 285
Costo: 0,00 kindle unlimated, 3,99 ebook, 9,99 cartaceo















L'inverno in Alaska è spietato: lo sa bene la giovane Mira Kendall che non si è mai allontanata da Noweetna, un villaggio di trecento anime. Per affrontare il buio perenne di quelle latitudini, la ragazza si è creata un piccolo mondo interiore ricco di luce: legge tantissimo, colleziona fiocchi di neve e sogna di vivere un grande amore romantico.
L'arrivo di Kade scuote ogni suo equilibrio. Lui è un trentenne tanto bello quanto inquietante: ha i capelli lunghi, un occhio verde e uno nero, strani tatuaggi perfino sul viso e sulle mani, e un pessimo carattere. Non socializza con nessuno, vive da solo su una vecchia barca arenata e nasconde di sicuro un terribile segreto.
Impossibile per loro non incontrarsi, così com'è impossibile per Mira non trovarsi combattuta fra due emozioni opposte. Una parte di sé disapprova Kade per i suoi modi sgarbati, e l'altra è irresistibilmente attratta dal suo fascino feroce e dal mistero che lo avvolge.
Lentamente, l'iniziale reciprova antipatia si trasofrma in un sentimento inatteso, tanto profondo da travolgere entrambi. Ma Kade ha troppe cose da nascondere. Quando il suo passato torna a minacciarlo, diventa necessario fare una scelta dolorosa che potrebbe separarli per sempre.
Una storia passionale e sensuale sullo sfondo di una terra selvaggia, fra due anime più affini del previsto, dapprima ostili, dubbiose, rabbiose, e poi follemente bisognose, gelose e affamate d'amore.


Ho spesso sentito parlare di questo romanzo, della storia tormentata tra i due protagonisti e più volte ho pensato di prenderlo in mano e leggerlo, quel giorno è arrivato.
L'inverno in Alaska non è solo spietato, è buio, tetro, il sole splende per poche ore, a volte se nuvoloso neanche lo si intravede, ma la gente che abita questo sperduto paese ci convive.
Mira Kendall è una giovane donna che non è mai uscita fuori dalle mura della piccola cittadina dove vive, la sua storia è molto particolare, un padre che ha abbandonato lei e sua madre, una madre che non riesce a perdonare e che riversa tutto il suo rancore su Mira che non può far altro che cercare di assecondarla in tutto e per tutto. Ma arriva il momento in cui quell'essere servili, essere accondiscendenti comincia a pesare soprattutto quando nella sua vita arriva Kade.
In un paese così piccolo, tutto ciò che è nuovo suscita curiosità, soprattutto quando la novità è un uomo bello da fare invidia ai modelli dei pochi giornali che giungono in quello sperduto paese dove le donne si accontentano un po' di quello che potrei dire passa il convento.
Per Mira però le cose non vanno proprio così, lei è una sognatrice, una di quelle ragazze che sogna il principe azzurro che la porti via da lì, è alla ricerca del vero amore, soprattutto da quando sei anni prima l'unico ragazzo di cui si è innamorata è andato via per fare carriera nel mondo cinematografico.
Mira resta affascinata da Kade, non riesce a staccargli gli occhi di dosso, quell'uomo è contemporanemante tutto quello che lei sogna e il peggiore dei suoi incubi, eh sì, perché Kade tutto è, fuorchè il principe azzurro, scontroso, taciturno, ha una lingua tagliente, il suo soggiorno presto finirà e non vede l'ora di andare via da "quel buco di paese".
Però per Mira e con Mira, Kade è duro, cattivo, ironico e sprezzante, quella ragazza inverosimilmente insignificante gli sta entrando nella pelle e forse anche nel cuore...
Perché la notte non appartiene a noi è un romanzo molto intenso, dove da padrona la fanno i sentimenti quelli forti, quelli che ti spezzano in due, i segreti che si porta dietro Kade presto si riverseranno su di lui e Mira, il suo cuore dovrà rimanere intatto alla luce degli avvenimenti, al suo interno sarà imperdonabilmente spezzato.
Mira dal suo canto non può far altro che sorridere, il suo cuore non è solo spezzato, è completamente dilaniato e non sarà facile ricomporlo dopo tutti gli avvenimenti vissuti con l'unico uomo che le ha proposto di sposarla, abbandonandola proprio quando ne aveva più bisogno.
Un romanzo a volte irruento e anche un po' sboccato, la cattiverie di Kade, la maschera che ha dovuto indossare lo ha portato a essere uno di quei personaggi che sanno di essere il male e non si preoccupano di farlo sentire e provare. A sua volta Mira è una figura che rinasce dalle proprie ceneri, come la Fenice, una ragazza divenuta donna che si batte per ciò che realmente vuole a discapito di tutto e di tutti.



Floriana


domenica 12 luglio 2020

Rubriche: Cosa segnalo oggi? #58

TITOLO: Fango e Pizzo 
TITOLO ORIGINALE: Mud and Lace 
AUTORE: Jay Northcote 
TRADUZIONE: Sara Linda Benatti 
GENERE: QLGBT Contemporaneo 
SERIE: Rainbow Place #4 
FORMATO: E-book 
PREZZO: (e-book) – Disponibile su Kindle Unlimited 

DATA DI USCITA: 9 luglio 2020









Quando Wicksy si innamora di Charlie, una drag queen, entrambi scoprono che sia l’orientamento che il genere possono essere fluidi. Simon Wicks, Wicksy per i suoi compagni della squadra di rugby, finora si è interessato esclusivamente alle donne. Ma quando posa lo sguardo su Lady Gogo, una drag queen che si esibisce al Rainbow Place, non riesce più a smettere di pensare a lei. Sa che dietro le calze a rete e al trucco c’è un maschio, ma è pronto a esplorare le proprie fantasie, e Lady Gogo è disposta a farle avverare. Charlie adora esibirsi come drag. La cosa gli permette di indulgere al suo amore per il crossdressing e di guadagnare allo stesso tempo un po’ di soldi extra. Fare cose in segreto con un tizio etero sembra una divertente distrazione, e gli dà la possibilità di esplorare il proprio lato femminile. Si sente al sicuro indossando la maschera del proprio alter ego perché dietro a quella il vero Charlie è invisibile. Quando Wicksy inizia a vedere il ragazzo dietro al trucco e al glitter, la sua attrazione per Charlie rimane, e si rende conto di essere bisessuale. Dal canto suo, Charlie inizia a comprendere e accettare la propria fluidità di genere. Man mano che il loro comune viaggio alla scoperta di se stessi li rende ancora più vicini, i segreti si fanno sempre più duri da gestire. Se vogliono avere un futuro insieme, devono entrambi trovare il coraggio di mostrare agli altri chi sono realmente. Sebbene questo libro faccia parte di una serie, può essere letto come autoconclusivo.

venerdì 10 luglio 2020

Trame e opinioni: Il misterioso caso di villa Grada di Gavino Zucca

Titolo: Il misterioso caso di villa Grada
Autore: Gavino Zucca
Casa editrice: Newton Compton Editori
Pag.: 416
Costo: 4,99 ebook, 9,90 cartaceo















Da quando il tenente dei carabinieri Giorgio Roversi è stato trasferito in Sardegna ha dovuto imparare ad ambientarsi in una terra che non ha niente in comune con la sua amata Bologna. Ma adesso Roversi sta per tornare a casa, dove lo aspetta un caso irrisolto che lo tormenta da mesi. L'imputato, Roberto Della Grada, è un amico di infanzia e le prove a suo carico sembrano inconfutabili. Eppure c'è qualcosa che non convince Roversi. Se non vuole rischiare di distruggere la sua carriera, il giovane tenente dovrà fare molta attenzione: quel caso è lo stesso che provocò il suo trasferimento forzato in Sardegna per motivi disciplinari. E così Roversi approfitta di una licenza per dedicarsi a indagini segrete sulla vicenda. Per fortuna può contare su un fedele alleato: Luigi Gualandi, ex ufficiale veterinario dell'Arma. Ha così inizio un'indagine molto intricata, che porterà Roversi e Gualandi indietro nel tempo, nel tentativo di far emergere una volta per tutte la verità.




Il tenente dei carabinieri Giorgio Roversi è stato trasferito da Bologna a Sassari per un atto di insubordinazione, ma ora torna nella sua città perché il suo amico fraterno Roberto della Grada e la sua ragazza Flavia Lanzarini sono stati arrestati per omicidio. Convinto della loro innocenza prende un periodo di ferie e torna a Bologna, per cercare di capire cosa sia successo in modo non ufficiale. Con la sua capacità e con le giuste amicizie riesce a sbrogliare una matassa piuttosto ingarbugliata.
Un buon giallo che mette in rilievo l’intelligenza del protagonista e di come sa coinvolgere e farsi aiutare da suo cugino che lavora in Polizia e che ha tra le mani proprio il caso di cui si sta interessando Roversi stesso. E’ scritto in modo molto semplice e lineare e ci sono tutti i ragionamenti e le intuizioni che il tenente fa in ogni suo movimento. La trama è molto complessa, ci sono 4 omicidi, ma il testo è reso gradevole proprio per la sua scrittura e si è arrivati alla fine in modo soddisfacente.


Iaia

giovedì 9 luglio 2020

Review Party: Un diavolo arrogante di R.S. Grey

Finalmente sono riuscita a leggere un libro pubblicato dalla Always Publishing, ho in libreria un paio di libri che sostano e sperano di essere letti quanto prima ma oggi il mio sguardo, i miei occhi sono tutti per questo romanzo, Un diavolo arrogante di R.S. Grey che non conoscevo come autrice ma che spero vivamente di leggere tanto altro...

Titolo: Un diavolo arrogante
Autore: R.S. Grey
Casa editrice: Always Publishing
Pag.: 309
Costo: 4,99 ebook
















Una regina del jet Set catapultata nella dura vita di un ranch.

Un cowboy diabolico e arrogante determinato a liberarsi di lei.
Tutto il fascino e la magia del sud degli Stati Uniti in una commedia irresistibile.

A ventotto anni Meredith Avery, stella del jet set di Beverly Hills è sposata a un celebre produttore cinematografico, vive una vita da sogno, fatta di glamour e feste. Ma la realtà quotidiana del matrimonio di Meredith è molto lontana da una favola e così lei, da donna caparbia e determinata qual è, una notte decide che ne ha abbastanza del marito insensibile e offensivo e scappa via con solo gli abiti che ha addosso.

La sua destinazione? Cedar Creek, Texas, dove ad accoglierla ci sarà sua sorella maggiore. Nella sua impulsività, però Meredith non ha fatto bene i conti e ben presto scopre che Helen è in viaggio e la sua casa inagibile.
Jack McNight è la sua ultima speranza: il capo di sua sorella può offrirle un lavoro temporaneo al Ranch Blue Stone, e un tetto sulla testa. Peccato che si tratti di un cowboy burbero che si è già fatto una pessima opinione di lei ancor prima di conoscerla. Jack pensa che Meredith sia una principessa viziata di città in cerca di attenzione, giunta in Texas per fare un dispetto al marito e portare problemi nel suo ranch. Ebbene, ha sottovalutato la forza della disperazione di Meredith, che non si lascia scoraggiare dal dover pulire bagni per tutto il giorno, dormire in una catapecchia, o dar da mangiare a un golden retriever troppo espansivo.
Il problema di Meredith, in effetti, potrebbe essere un altro... Si sa, i diavoli sono maestri di tentazione, e per quanto lei vada d’accordo con Jack quanto l’olio con l’acqua, non può negare il suo fascino diabolico, la voglia di zittire le sue proteste con un bacio per farlo arrabbiare ancora di più. Con il passare delle settimane, quella che era cominciata come una battaglia si trasforma in una alleanza.


I romanzi ispirati al mondo dei cowboy hanno sempre creato un certo fermento nel mondo della letteratura al femminile, chi non ne resta affascinato?
Chi non vorrebbe trovarsi davanti a uno di quei "bei manzi"?
Siamo in Texas e precisamente a Cedar Creek, Jack McNight è il proprietario del Ranch Blue Stone, un'azienda che si occupa non solo di bestiame ma anche produzione di vini e di ristorazione. E' un uomo molto impegnato Jack, e ad oggi pur cercando di coltivare una relazione a distanza, potremmo dire che non fa per lui.
Distante, scostante, dedica  il proprio tempo solo al ranch e ai suoi uomini, fino a quando oltre il cancello non vede arrivare una donna fuori dai canoni del posto, un pesce fuor d'acqua alla ricerca di un posto, un lavoro...
Meredith a ventotto anni potrebbe dirsi arrivata, un matrimonio importante, una vita agiata, una donna bella e attraente, ma il suo stile di vita, il suo atteggiamento sono solo una facciata di una medaglia che nasconde il malessere che la giovane prova nei confronti del marito, tanto che decide di abbandonarlo di notte, fuggire verso l'unico posto che le rimane familiare, sua sorella Helen che vive in Texas.
Jack e Meredith non ptrebbero essere più diversi, lui è burbero, astioso, lei è solare e nonostante nasconda perfettamente il suo dolore, le sue paure, riesce a integrarsi fra quella gente che giorno dopo giorno comincia ad amarla.
Un diavolo arrogante è un libro che mi ha tenuta incollata al kindle dall'inizio alla fine, ho adorato entrambi i personaggi, compresi coloro che fanno da corollario, come nonna Edith.
Meredith non si arrende, insegue la sua libertà, assetata e affamata di tutte le novità che incontra giorno dopo giorno in quel ranch, non le importa se è costretta a lavorare sodo, non le importa se è costretta a vivere in una baracca, lei è in cerca di quella libertà che per troppo tempo ha dovuto tenere chiusa, le ha tarpato le ali.
Jack giorno dopo giorno ha un solo fine, buttare fuori dal ranch Meredith, lei ha abbandonato il marito, lei non è adatta per quel posto, ma come fare, in fondo è una ragazza che si dà da fare...
I loro battibecchi sono un crocevia tra l'incoerenza di Jack e la razionalità di Meredith, è un continuo prendersi e gridarsi contro, è quell'attrazione, quel pulsare che entrambi rifuggono ma che inesorabilmente torna a cercarli, ogni sguardo, fuga, parole portano a ciò che loro evitano.
In tutto il romanzo è un cercarsi e rifiutarsi, è un ammazzarsi con le parole per poi cercarsi e chiedersi scusa, ho adorato l'ironia e la sagacia del personaggio femminile, spontanea, allegra, con una mente e una lingua che il più delle volte coincidono, ciò che la mente pensa la sua lingua in modo bizzarro riferisce, Jack invece, quando oramai sa di aver perso ogni battaglia diventa quello pacato che non si fa prendere, in questo caso cervello e corpo non combaciano molto.
Divertente, frizzante, intrigante, con quel pizzico di eroticità che non fa mai male, questo romanzo è entrato a far parte di quelle letture che difficlmente dimenticherò, vuoi per i personaggi, vuoi per l'ambientazione che amo, vuoi per la leggerezza della scritttura dell'autrice, per me nuova e capace di trattenermi davanti all'ereader per moltissimo tempo.
Un ottimo libro che vi consiglio, il caldo texano in questo periodo si coniuga molto con il nostro, letto sotto l'ombrellone, a casa refrigerati dal condizionatore, ovunque purché sorridiate e passiate un momento di totale leggerezza con Un diavolo arrogante.


Floriana


mercoledì 8 luglio 2020

Rubriche: Cosa segnalo oggi? #57



TOGETHER
Antologia di beneficenza a favore del reparto di oncologia pediatrica
del “Gaslini” di Genova



Insieme per aiutare.
Insieme per solidarietà.
Insieme per dare una piccola speranza a quei bambini che oggi non ce l’hanno.
Con questo scopo, trentacinque autori hanno unito le loro penne e le loro parole in un’antologia di beneficenza a favore dei piccoli pazienti del reparto di oncologia pediatrica dell’ospedale “Gaslini” di Genova. Nasce così Together, il progetto ideato dal blog Romanticamente Fantasy Sito - RFS con la voglia di fare, nel proprio piccolo, qualcosa di reale e tangibile per aiutare chi ne ha più bisogno. A supporto di RFS c’è la casa editrice Words Edizioni, che ha sposato con entusiasmo e ha messo a disposizione le proprie competenze a beneficio della pubblicazione che oggi diventa realtà.

“L’idea è nata quasi per gioco – spiega Barbara Fini, founder del blog letterario – ed è stata subito supportata dalle mie compagne d’avventura, riscuotendo un notevole e inaspettato riscontro nel panorama letterario italiano e internazionale. Abbiamo ricevuto adesioni da ben trentadue autrici e autori. Alcuni di loro sono noti e altri meno, ma tutti insieme hanno espresso il grande desiderio di prendere parte all’antologia con i propri lavori per uno scopo comune: aiutare i più piccoli. E lo hanno fatto con le parole e con il cuore. Tutti gli autori che hanno preso parte all’antologia, ma anche coloro che ci hanno sostenuto, meriterebbero un’ovazione. Fare un elenco esaustivo sarebbe davvero troppo lungo, ma è grazie a loro che questa raccolta ha preso vita. I bambini hanno diritto di avere il massimo, sempre. Ci auguriamo che tutti gli amanti della lettura accolgano con curiosità e generosità questa iniziativa, nel desiderio di fare parte di questo grande gruppo di autori, editor, beta reader, grafici e organizzatori a vario titolo che già da oggi hanno dato e stanno dando il loro supporto e il loro cuore. Aiutateci ad aiutarli.”

L’antologia comprende trentacinque racconti, che spaziano dal romance allo sci-fi, dalle storie per i più piccoli a quelli destinati a un pubblico più adulto. Sarà disponibile in versione eBook e cartacea, in vendita a partire dal prossimo 6 agosto. La raccolta fondi avrà la durata di un anno e l’intero ricavato sarà utilizzato per l’acquisto di attrezzature da donare all’ospedale pediatrico ligure.

“Il progetto – afferma Anita Sessa, editore responsabile della casa editrice Words Edizioni – ci ha colpito sin da subito e siamo stati orgogliosi di poterne fare parte. Abbiamo messo a disposizione con gioia le nostre competenze editoriali a favore di una causa che speriamo i lettori supportino con noi. I bambini sono il futuro, preservarli e aiutarli oggi è un nostro dovere. Farlo con i libri e con le parole ha un doppio pregio: regaleremo storie e viaggi meravigliosi a chi legge e, allo stesso tempo, un sorriso e una speranza a quei piccoli giganti che lottano ogni giorno aggrappandosi alla vita con una forza tutta da invidiare. Per questo anche noi della Words Edizioni ci uniamo all’appello e vi chiediamo di aiutarci ad aiutarli.”

Non resta, quindi, che acquistare, leggere e condividere il più possibile. Perché vedere un sorriso sul volto di un bambino è come assistere al sorgere del sole: abbaglia.

AUTORI ANTOLOGIA “TOGETHER”
Mariangela Camocardi, Francesca Cani, Adele Vieri Castellano, Danilo Castellano, Erika Cotza, Roberta Ciuffi, Liliana D’Angelo, Francesca Daniele, Maria De Riggi, Vera Demes, Amneris Di Cesare, Pitti Duchamp, Federica Laura Ferruzzo, Vita Firenze, Laura Gaeta, Rossella Gallotti, Paola Garbarino, Paola Gianinetto, Viviana Giorgi, Alice Innocenti, Donya Lynne, Mag, Rita Mariconda, Alessandra Paoloni, Laura, Randazzo, Michela Ray, Elle Razzamaglia, Barbara Riboni, Tyffany Reisz, Patrizia Ines Roggero, Aina Sensi, Melissa Spadoni, Elena Taroni Tardi, Elena Ungini, Anna Zaires.


RIFERIMENTI:

Romanticamente Fantasy Sito
Instagram: @rfs_it
Twitter: @RFS_It


Words Edizioni
info@wordsedizioni.com
FB e IG: @wordsedizioni


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...