martedì 14 giugno 2016

Recensione: Ti amo ma niente di serio di Anna Chiatto

Titolo: Ti amo ma niente di serio
Autore: Anna Chiatto
Casa editrice: Piemme Editore
Pag.: 318
Costo: 17,50















Trama
Emma non crede nell'amore. Forse perché in passato si è preso di gioco di lei più di una volta e l'ha convinta a non cadere mai più nelle sue spire. Decisa a far carriera, l'unica cosa che conta davvero, ha pensato di trasformare la sua visione cinica e razionale dei sentimenti in un punto di forza e, soprattutto, in una professione: la wedding planner. Certo l'apprendistato non è stato facile, alle dipendenze di un pazzo affetto da manie di grandezza che con l'intento di "formarla" le ha fatto pagare bollette, ritirare i vestiti in tintoria, comprare sonniferi nel cuore della notte e assecondare ogni bisogno di Fru e Fru, i suoi deliziosi chihuahua. Ma ora che Emma si è messa in proprio, il sogno sembra quasi divenuto realtà. Lavora senza sosta, esaudendo i desideri delle spose con le richieste più svariate: dal matrimonio medievale a quello vegano, dall'armatura alle slitte trainate da cavalli sulla sabbia, il tutto condito da un'unica, immancabile e falsissima frase: "Vorrei che fosse una cosa semplice". Emma, però, non ha calcolato che nella vita apparentemente perfetta e priva di coinvolgimenti emotivi possa arrivare un uomo misterioso e irresistibile, capace di far desistere il suo fervente credo anti-amore. E forse, per una volta, sarà lei a dover dire qualche sì.


Il mio commento

Amore, invece, quello vero, cos'è?
Amore, quello vero, è innamorarsi. Ma è anche un'altra cosa.
Amore è l'adrenalina sulle montagne russe, ma è pure assicurarsi che funzionino sempre e siano sicure. E' fare la fila per ogni giostra, ed è pure aprire in orario per non fare aspettare i bambini all'ingresso. E' mangiare lo zucchero filato, ed è provvedere affinché ci sia sempre abbastanza zucchero da filare.
Insomma, per farla breve, quando sei innamorato ti piace ridere con la persona che hai accanto e l'adrenalina che provi con lei, ti piace l'odore e il sapore che ha.
La sua pelle, il suo modo di guardarti...
...Amore è che l'amato non soffra mai, è che vengano prima i suoi bisogni, e poi i tuoi.
E' capirlo, carezzarlo, renderlo felice.
Perché Amore è ridere, e custodire.
Amore è adrenalina, e amore.
E poi?

Dalla A alla Z, da 1 a 10, quanto ho riso, quanto ho sorriso, quanto ho voluto ucciderli?
Tante volte e più volte...
Ironico, frizzante, ammaliante, e chi più ne ha più ne metta.
Ma partiamo dal principio, Emma è Emma, una di quelle giovani donne che ha scelto di fare uno dei mestieri più felici e infelici allo stesso tempo, la wedding planner, dove ogni tuo desiderio sarà il mio perché altrimenti io che ci sto a fare? E come tutti i napoletani, fa del suo modo di essere, del suo vivere, del suo humor uno status che l'accompagna sempre senza mai abbandonarla. Ho adorato i riferimenti alla tradizione partenopea, forse perché fanno anche parte delle usanze della mia città. Ma ciò che mi è piaciuto è stato rivivere passo dopo passo tutti i preparativi di un matrimonio, che deve essere semplice (ma quando mai!!!), abito classico, senza fronzoli (seee...), location ben descritte, e che fantasia ragazzi...
In questo romanzo non manca nulla, anche il sentimento è parte integrante della trama, anche se Emma fugge dall'amore, troppe volte è rimasta scottata, troppe volte ha ceduto il suo cuore eppure sceglie che i matrimoni degli altri possono essere fonte di guadagno, ma soprattutto è la sua passione, perché lei ama organizzarli, ama tutto ciò che gira intorno alla preparazione, perché è lei a creare dal nulla tutto. Ho adorato Simone, in tutte le sue sfaccettature è l'uomo, l'amico, il confidente che ogni donna vorrebbe avere senza fini, senza sotterfugi, ma il posto d'onore va a Paco, ho cercato di immaginarlo più e più volte, ma onestamente non ci sono riuscita, troppi volti mi venivano in mente, però sin dal primo momento mi ha attirata nella sua morsa, a volte discreto, a volte sfacciato, intrigante, caparbio, certo competere con Emma non credo sia semplice, lei che è un vulcano, un terremoto, un mare in perenne movimento, anche quando è ferma, distesa sul letto, lei pensa, medita perché tutto deve essere perfetto. Ho riso tanto per le estreme soluzioni trovate all'ultimo momento, no anzi all'ultimo minuto.
E' uno di quei romanzi che non lasci fino alla fine, se non fosse stato per gli occhi che mi si chiudevano per la stanchezza, lo avrei finito molto tempo prima.
Un consiglio, leggetelo che siate sposate, che siate in procinto di sposarvi, che ne abbiate anche solo un pensiero... perché ve lo garantisco, chi lo ha già fatto si ritroverà con il capo chino a ridere, con il capo che va dall'alto verso il basso, di sicuro se lo leggerete in spiaggia state attente al solleone, attente al vicino di ombrellone che nel guardarvi penserà e si domanderà cosa trovate di divertente, consigliatelo perché nessuno se ne pentirà!!!


"Sta zitta, Emma, ti prego, per una volta sta zitta!"
"Avrei dovuto spiarti, studiare quello che facevi, memorizzare ogni tuo gesto.
Poi insieme a questo mi è entrato dentro ogni tuo dettaglio, ogni parte di te.
Conosco a memoria le tue rughe di espressione, la smorfia che fai quando sei indecisa.
Posso trovare al buio le fossette che fai quando sorridi.
So che quando sei indecisa arricci le labbra e le metti su un lato, 
e se sei nervosa ti passi un ciuffo di capelli da una parte all'altra.
Più ti filmavo, più mi entravi dentro.
Mi venivi a cercare di notte, la mattina appena sveglio, mentre mi lavavo i denti, 
durante una riunione di lavoro."...
..."Ci ho provato a scacciarti via, a non rimanere coinvolto, a non mischiare il lavoro con la vita privata...
E più cercavo di farlo, più mi dicevo che eri quella giusta per me.
Che ti avevo trovato.
Che finalmente eri arrivata, nel momento sbagliato, forse, 
quando non me l'aspettavo, ma eri arrivata.
Che esistevi.
Io non ci speravo più.
Io non pensavo nemmeno si potesse amare così."

5 commenti:

  1. Risposte
    1. Molto bello, ironico, un romanzo che leggi con il sorriso sulle labbra

      Elimina
  2. lo voglio leggere assolutamente!

    RispondiElimina
  3. Ciao Floriana!!
    Bella recensione! ;)
    Non ricordo più se qeusto libro fosse o meno in lista, ma ora sono più che convinta di doverlo leggere!!
    A presto! :)
    Jasmine
    http://stoffedinchiostro.blogspot.it/

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...