lunedì 2 maggio 2016

Trame e opinioni: Tè nero, vaniglia e baci allo zenzero di Elisabetta Motta

Titolo: Tè nero, vaniglia e baci allo zenzero
Autore: Elisabetta Motta
Casa editrice: Rizzoli
Collana: You feel
Pag.: 87
Costo: 2,49













Trama
“Pannacotta Dreaming” non è una sala da tè come ce ne sono tante a Roma. È un luogo intimo e curato dove i clienti possono sorseggiare infusi pregiati in tazze di porcellana, gustare i dolci più deliziosi e acquistare meravigliosi bouquet di fiori. L’intraprendente Emma ha infatti saputo unire le sue abilità di pasticciera alla passione per i fiori, dando vita a un bistrot unico e indimenticabile per chi vi trascorre qualche ora di relax. Tra i tanti clienti che iniziano a frequentare il locale c’è Alex Giordani, un compositore di musica lirica a cui la vita ha donato di vedere con il cuore laddove i suoi occhi non riescono a farlo. Per Emma innamorarsi di lui è inevitabile, per Alex pensare a un futuro con lei è complicato. Forse è più semplice restare nei confini sicuri di ciò che si conosce già molto bene. Ma il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce…
Una storia d'amore intensa come una miscela di tè nero e dolce come una mousse alla vaniglia.
Mood: Emozionante - YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.


Il commento di Manuela

Emma si trova a dover reinventare la sua vita, dopo la separazione dal marito. 
Sostenuta dai genitori e con l’aiuto di una collaboratrice e anche amica, avvia un’attività che la appaga: aprire una sala da tè. 
In questa nuova attività incontra Alex… ed è subito amore.
La storia raccontata in questo e-book è gradevole, scritta bene e piacevole. 
Le descrizioni sono attente e puntuali e ti trovi a camminare per le vie di Roma, ammirando scorci caratteristici della città eterna. La parte descrittiva è talmente vivida che puoi immaginare i profumi e i sapori dei dolci preparati da Emma, così pure lasciarti trasportare dalla bellezza delle composizioni floreali. Leggendo di queste golosità ho desiderato di passare un pomeriggio in un luogo come la sala da tè descritta in questo breve racconto.
La storia, raccontata in terza persona, è molto semplice e carina. 
Non ha grandi colpi di scena, ma si legge con piacere, aiutata dal fatto di essere anche chiara e corretta nella forma. 
Nella tradizione degli “You fell”, è una piacevole breve novella che si può leggere in un pomeriggio.
Grazie all’autrice stessa, Elisabetta Motta, ho potuto godere del piacere di questa storia e sono stata contenta di conoscere questa autrice attraverso questo grazioso racconto.

2 commenti:

  1. Grazie per le belle parole che mi hai dedicato, Manuela. Spero che il mio racconto conquisti anche i lettori del tuo blog.

    RispondiElimina
  2. Grazie a te per la piacevole lettura

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...