mercoledì 7 ottobre 2015

Recensione: Perfetta per te di Laurelin McGee

Titolo: Perfetta per te
Autore: Laurelin McGee
Casa editrice: Corbaccio
Pag.: 345
Costo: 11,90














Trama
Lui è perfetto: alto, bello, ricco e di successo. E allora perché mai dovrebbe rivolgersi a una persona estranea che, dopo averne conosciuto i gusti, selezioni la moglie ideale per lui? Sandra non ne ha proprio idea, ma visto che le hanno appena stroncato una promettente carriera nel marketing cerca disperatamente di mettere a frutto il suo innato talento nel giudicare le persone per coronare i sogni d'amore altrui. Ma quando incontra il suo primo - e molto promettente - cliente, si chiede in che pasticcio è andata a ficcarsi. Blake, dal canto suo, sa esattamente il tipo di donna che vuole, e che è esattamente l'opposto di Sandra. Lei è indubbiamente brillante e innegabilmente sexy, ma è troppo indipendente per un uomo come lui. Certo, ogni volta che si vedono scatta qualcosa, anche Sandra lo sente e l'idea di cercargli candidate adatte al ruolo di moglie diventa sempre meno attraente, a mano a mano che aumenta l'attrazione fra loro due...


Doppia recensione
Floriana





Aveva la mandibola quadrata e gli zigomi alti.
La fronte ampia e i capelli biondo scuro
accentuavano l'azzurro degli occhi.
Occhi penetranti.
Occhi che ti abbagliavano e ti lasciavano confusa.
Occhi che ti facevano dimenticare come ti chiamavi, perché ti trovavi lì e la tua determinazione a odiarlo ancora prima di averlo conosciuto.
Quel tipo di occhi.












...con il suo metro e sessantacinque per 
sessantasei chili.
Anzi, non era mai stata tanto orgogliosa
 dei suoi riccioli ramati 
e dei suoi occhi nocciola.
(con piccole pagliuzze verdi)












Vi è mai capitato di fare almeno una volta nella vita la lista della spesa?
Scrivere, elencare cosa comprare, le dimensioni, il colore...


Lui non ci pensò due volte.
"Alta uno e settanta, uno e settantacinque,
tra i cinquanta e i cinquantacinque chili.
Prediligo i tratti esotici,
cioè occhi scuri, capelli corvini."

Blake Donovan è un uomo sicuro di sé, ambizioso, scrupoloso, impeccabile, ricco e soprattutto bello...
Sandra Dawson è invece spavalda, indipendente, audace...
Due personalità che non potrebbero essere più discordanti l'uno con l'altra, ma cosa succede affinché la scintilla scocchi?
Di sicuro il programma ben delineato, organizzato, senza interferenze di Blake non aiuta Sandra, ma le sue capacità, la sua inventiva e le sue modeste risorse fanno in modo che il nostro "cerca moglie" non resti mai a digiuno.
Questo romanzo è stata una scoperta via via sempre più piacevole, intrigante e come dire anche piccante, senza mai cadere nella banalità, tra Blake e Sandra si instaura un rapporto difficile da spiegare ma semplice da immaginare.
Raccontato sostanzialmente con il punto di vista di Sandra, all'interno senza uno schema preciso, però a volte si introduce anche il pensiero di Blake, che rende il libro più vivace, perché scoprire anche i lati oscuri, celati di un uomo tutto d'un pezzo...
A volte ho riso, compreso il momento classico del vissero tutti felici e contenti, che pensi sia arrivato, e invece colpo di scena si introduce la classica commedia degli equivoci e qui...
Ho scoperto che il romanzo è scritto a quattro mani, due autrici in uno, e come spesso succede mi domando chi avrà prevalso sull'altra? Oppure chi ha caratterizzato Sandra? Chi Blake?
Un romanzo che cresce a livello sentimentale molto lentamente, ma la passione quella no, e anche se il classico dire senza compromessi vige anche qui, tutto può accadere.
Stuzzicante, intrigante, si legge velocemente con il sorriso sulle labbra.























Chiara

Questo è il libro ideale per staccare, per fare una pausa. E’ leggero e divertente, carino e semplice. Devo dire che la storia non ha niente di particolare, un classico romance, si sa cosa aspettarsi.
Blake sta cercando una moglie, possibilmente che parli poco e cucini. E ovviamente che sia carina. Una moglie trofeo insomma. E l’amore non è neanche contemplato, si tratta di affari, di raggiungere un obiettivo. Ad aiutarlo in questa scelta ci sarà Sandra, che è una mina vagante, allegra, moderna, per nulla intimorita da atteggiamenti da uomini alfa. Molto intuitiva, pure troppo. Con alle spalle troppi sbagli lavorativi e sentimentali. 
Da questo scontro lavorativo chissà cosa uscirà?

Non ricordava l’ultima volta in cui aveva implorato qualcuno. 
Lo faceva sentire insieme vulnerabile e libero.

La trama è appunto quella classica, a volte persino banale, e decisamente prevedibile. Però a volte si ha bisogno di un libro così, senza troppi imprevisti e che fa bene al cuore. E’ molto ben scritto, scorrevole e moderno, quasi un chick lit per il carattere della protagonista.
La caratterizzazione dei personaggi è ottima per i protagonisti. Blake a prima vista è burbero, lunatico e privo di sentimenti, in realtà troppo insicuro. Sandra è allegra, indipendente e moderna, anche se ha bisogno di qualcuno che si prenda cura di lei. Insomma all’apparenza incompatibili ma nel profondo molto conciliabili.

Era buffo quanto le impressioni iniziali possano rivelarsi sbagliate, 
una volta che si conosce bene una persona.

Mi sarebbe piaciuta una maggiore caratterizzazione dei personaggi secondari, come la sorella di Sandra e il suo capo, la domestica di Blake. Sono appena accennati.
Una lettura piacevole, ben scritta che fa sorridere e sospirare. Ideale per chi vuole leggere qualcosa di leggero, senza grosse sorprese, ma proprio come questa frase:

Lei aveva il sapore del primo giorno d’autunno: era pulita, frizzante e rinfrescante


5 commenti:

  1. davvero interessanti i vostri punti di vista messi a confronto! Adesso sono ancora più curiosa di leggere la storia *_*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...