giovedì 3 settembre 2015

Trame e opinioni: Leggenda di sangue e amore di Theresa Melville

Titolo: Leggenda di sangue e amore
Autore: Theresa Melville
Casa editrice: Leggereditore
Pag.: 282
Costo: 12,90














Trama
Londra, 1888. 
E' un'estate torrida, e in città non si parla che di Jack lo Squartatore. Il folle assassino sta mietendo le sue vittime tra le ragazze che si prostituiscono per strada, esistenze fragili e provate, vite appese a un filo sottile, che il serial killer spezza una volta per tutte. Ragazze come Muriel Graves, che vende il suo corpo nei bassifondi della città. Proprio in quella stagione di sangue e dolore, Muriel incontra qualcuno che potrebbe cambiare per sempre la sua vita. Si tratta della contessa Susan Ballantyne: tra le due donne, pur così diverse, nasce subito un'amicizia solida e leale. Nel tentativo di proteggere Muriel, esposta alla minaccia dello Squartatore, Susan si rivolge a Nathan Odell, l'ispettore di Scotland Yard incaricato di indagare sui delitti. Da quel momento ha inizio una frenetica caccia all'uomo, in cui amore e morte s'intrecciano fino a confondersi del tutto in una diabolica spirale.



Il mio commento
Posso dire elettrizzante?
Anche se potrei continuare con emozionante...
Leggenda di sangue e amore è un romanzo che ti cattura sin dalle prime pagine, tutti più o meno conosciamo la storia di Jack lo Squartatore, e in quanti modi sia stata letta, scritta, romanzata, quindi ogni versione ha un suo status, e tra tutti c'è questo... raccontato in una visione più al femminile, senza tralasciare ciò che di tragico c'è nella vicenda stessa.
Susan Ballantyne è una giovane donna, curiosa, testarda, ed è proprio la sua testardaggine, la sua ostinazione e la sua tenacia che la portano a difendere Muriel, una giovane prostituta.
Ma in un periodo buio, come quello che Londra sta attraversando, altri pericoli si nascondono, e quando gli omicidi cominciano a spaventare non solo le giovani donne "da strada" ma anche la buona società...
Susan conosce Nathan Odell, ispettore di Scotland Yard, un uomo sicuro di sé, un uomo che ha preferito il duro lavoro che ogni giorno lo porta a combattere il crimine, a una vita più tranquilla a contatto con una società più consona ai suoi standard familiari.
L'incontro tra i nostri due protagonisti è interessante, già dall'inizio, c'è quella scintilla che a entrambi illumina gli occhi, ma le circostanza sono ben altre...

Susan lo attraeva come un magnete.
Un'attrazione irragionevole, diversa da quella che lo aveva avvicinato ad altre donne.
Era come se i sensi prevaricassero non solo la ragione, ma anche l'istinto.

Completamente diverso da Rossa d'Irlanda, Leggenda di sangue e amore mi ha immersa in un mondo intriso di enigmi, di domande, paure, mi sono spesso ritrovata a concentrarmi sugli avvenimenti di quell'autunno del 1888, senza mai tralasciare i protagonisti principali che ancora una volta sono stati ben caratterizzati, anche i luoghi, Whitechapel, hanno destato la mia curiosità, tanto da essere andata alla ricerca di immagini dei luoghi, sempre più suggestivi.
Un romanzo non solo intrigante dal punto di vista storico, ma anche sensuale, passionale, la carica emotiva che Susan e Nathan esprimono, attraverso gesti, parole, hanno fatto di questo libro una buona lettura che mi ritrovo a consigliare agli amanti del genere.

Della stessa autrice:


5 commenti:

  1. Gli mi hai folgorata! *_* accolgo a braccia aperte il tuo consiglio!

    RispondiElimina
  2. Gli= Flo
    Il tablet mi fa le burle.

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Ispirati bene, Chiara perché è molto bello!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...