mercoledì 29 luglio 2015

Rubriche: Libri dal punto di vista del lettore. Cosa consiglieremo noi? #5

Ultimo post della rubrica che vi ha fatto compagnia in questi giorni, dopo le opinioni delle mie dolci collaboratrici, è giunto il mio turno, ho curiosato tra le varie opzioni che vi hanno dato, e devo dire che hanno consigliato davvero dei bei libri.
Le ragazze hanno spaziato dal romance classico, quello che di solito sotto l'ombrellone si gestisce meglio, mi verrebbe da dire che è il romanzo che leggi ovunque non solo al mare, non solo in estate ma anche in inverno, seduta al divano con una bella coperta sulle gambe e una tazza di tè fumante, ma sto divagando anche perché di questi tempi, con il caldo che non ne vuole sapere di diminuire non è il caso di continuare a parlarne. 
Tra i vari consigli, anche thriller, gialli, Dolci ha anche consigliato una guida... bene!!!
La scelta di chiudere io la rubrica è stata data dalla curiosità di vedere cosa avrebbero consigliato e come avrebbero gestito la cosa, i loro commenti, le loro opinioni... esperimento riuscito e ora è giunto il mio turno...
"Leggere... d'estate, d'inverno, ovunque sul bagnasciuga, a bordo piscina, su un divano per me è leggere, io leggo anche in treno!
Ma la reale domanda è cosa consiglierei io?
Non è semplice, su questo non ci sono dubbi, perché trovare il romanzo che a te è piaciuto, che hai divorato e riuscire a consigliarlo a chi legge e non, o lo fa solo in estate per rilassarsi non è cosa semplice... e allora cosa consigliare?"

Titolo: Ritratto di donna in cremisi Autore: Simona Ahrnsted Collana: Sperling Paperback costo: 10,50
TRAMA: Stoccolma, 1880. È una sera di dicembre e la città è come incantata sotto una coltre di neve bianchissima. Nel foyer luccicante del Teatro dell'Opera, gremito di dame in abiti eleganti e gentiluomini dell'alta società, tra il profumo delle ciprie e l'aroma dei sigari, un uomo e una donna si incontrano. Lei è Beatrice Löwenström, dai meravigliosi capelli rosso fuoco e il viso spruzzato di lentiggini, una ragazza volitiva e ribelle che mal sopporta le rigide convenzioni borghesi degli zii con cui vive. Lui è Seth Hammerstaal, lo scapolo più discusso della capitale, con un debole per le donne belle e per le regole da infrangere. Un incontro fuggevole, eppure destinato a cambiare per sempre due vite. Perché quella sera nasce la più travolgente passione che la fredda Stoccolma abbia conosciuto: da allora le strade di Seth e Beatrice si incrociano più volte, per caso, nelle mille occasioni mondane dei salotti bene della città. Seth è incantato dall'intelligenza di Beatrice, una donna che non assomiglia a nessun'altra, e Beatrice spaventata e insieme sedotta da quest'uomo affascinante e inaffidabile, che non ha mai vissuto secondo gli schemi. Lungo le vie scivolose per la brina, dinanzi alla baia ghiacciata scintillante di luci, tra convegni notturni e passeggiate in carrozza, si consuma così un amore segreto, e per questo ancor più bruciante. Ma su Beatrice sono già stati fatti progetti e conclusi accordi che non includono né la libertà, né la felicità e tantomeno Seth...
Consigli: E' un romance storico, molto intenso per le vicende narrate

Titolo: Il profumo del pane alla lavanda Autore: Sarah Addison Allen 
Casa editrice: Sonzogno Costo: 8,50
TRAMA: Claire è una Waverley e conosce bene le magiche proprietà di frutti e fiori che crescono nel suo giardino. Dalla nonna, Claire ha ereditato la grande casa in cui vive sola e ricette preziose che possono cambiare il destino delle persone. I nasturzi inducono a mantenere i segreti, le bocche di leone spengono la passione e la lavanda... Tuttavia, la sua è una vita tranquilla. Almeno fino al giorno in cui la sorella Sidney, scappata di casa dieci anni prima, bussa inaspettatamente alla porta e fa vacillare il muro che Claire ha costruito attorno al proprio cuore.
Consigli: Romantico con un pizzico di magia

Titolo: Il primo caffè del mattino Autore: Diego Galdino 
Casa editrice: PickWick Costo: 9,90
TRAMA: Massimo ha poco più di trent'anni, è il proprietario di un piccolo bar nel cuore di Roma, e non si è mai innamorato davvero. Ogni mattina, all'alba, attraversa le vie della città ancora addormentate, dove si sente il profumo del pane appena sfornato, e raggiunge il suo bar. Lì lo aspetta il primo caffè della giornata, quello dall'aroma più intenso, e dal sapore più buono. In fin dei conti sta bene anche da solo, continua a ripetersi man mano che il locale si anima: a tenergli compagnia ci pensano i clienti affezionati, con cui ogni mattina Massimo saluta la giornata fra tintinnio di tazzine, profumo di cornetti caldi e un po' di chiacchiere. Allora come mai, il giorno in cui improvvisamente entra nel bar una ragazza dagli occhi verdi, il viso spruzzato di lentiggini e l'aria sperduta di una turista straniera, Massimo non riesce a toglierle gli occhi di dosso? Né tanto meno a farsi capire in nessuna lingua: al punto che, tempo cinque minuti di interazione, si ritrova una zuccheriera rovesciata addosso, la porta sbattuta in faccia e qualcosa di molto simile a un cuore spezzato che gli martella nel petto. Ma la ragazza con le lentiggini, che viene da Parigi, di nome fa Geneviève e di mestiere inventa cruciverba, tornerà presto da Massimo: perché ha un segreto che non può rivelare a nessuno, e che la lega proprio a quel luogo. Massimo - che da quando l'ha incontrata la prima volta, con la frangia spettinata e il vestito rosso - non se l'è più tolta dalla testa, non potrà che corteggiarla...
Consiglio: Avrei potuto consigliarvi l'ultimo Vorrei che l'amore avesse i tuoi occhi ma penso e sono convinta che il primo romanzo quando scopri un autore sia sempre il più bello!

4 commenti:

  1. Il secondo e il terzo erano già in lista!

    RispondiElimina
  2. non li ho letti, ma li metto in lista!

    RispondiElimina
  3. devo decidermi di leggere Galdino.

    RispondiElimina
  4. Sono tutti molto belli, particolari i primi due, per Diego va beh è un'altra storia!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...