lunedì 16 settembre 2013

Trame e opinioni: La ragazza dei fiordalisi di Simona Ahrnstedt

Titolo: La ragazza dei fiordalisi
Autore: Simona Ahrnstedt
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Pag.: 422
Costo: 18,90














TRAMA
Svezia, 1349. In un'epoca in cui niente è sicuro e l'onore di una donna è tutto, la giovane e bella Illiana, figlia di un ricco proprietario terriero molto vicino al re, viene rapita per errore poche ore prima del suo fidanzamento ufficiale. Un equivoco tragico quanto provvidenziale. La colpa o il merito, è di un giovane soldato che - per esaudire il desiderio del suo signore Markus, leggendario cavaliere, di passare la notte in compagnia di una donna - gli ha portato la dolce Illiana. Ma, non appena Markus si trova di fronte a quella ragazza dalle forme delicate, si rende subito conto dell'enorme sbaglio del suo attendente e si offre di riaccompagnarla a casa. Affascinante e rude, dallo sguardo profondo e dal passato oscuro, Markus non gode però di ottima fama a corte. Per fortuna il cuore sa andare oltre le apparenze. E proprio quel viaggio segnerà l'inizio di un amore, travolgente e inaspettato, fra intrighi, giochi di potere e vecchi rancori mai sopiti.

IL MIO COMMENTO
Quando leggo un libro storico, spesso mi domando come facessero le giovani donne a sopportare matrimoni combinati con uomini più vecchi di loro, solo per strategie familiari e spartizioni di terreni e doti. E' pur vero che situazioni del genere sono presenti anche ora, ma discutiamo di letteratura e non di politica e ignoranza di alcune culture.
Detto questo, parliamo di questo meraviglioso romanzo, di come la scrittrice è riuscita ancora una volta a sorprendermi e a farmi innamorare dei suoi personaggi. Se qualcuno non conoscesse la scrittrice, vi dico solo che il suo precedente romanzo Ritratto di donna in cremisi continuo ancora oggi a considerarlo uno dei migliori storici letti finora, un romanzo che ti brucia l'anima, per le passioni e le vicende dei suoi protagonisti. Ma non stiamo commentando Ritratto di donna in cremisi la mia recensione volge lo sguardo verso un periodo storico differente, il Medioevo, con le sue credenze, le sue battaglie, i suoi intrighi. Elliana è l'unica figlia femmina di un signore che ha molte ambizioni, purtroppo il destino si è accanito sulla sua giovane figlia e dopo due matrimoni falliti (entrambi i futuri generi sono morti poco prima delle nozze) è costretto a darla in sposa a un contadino. Finché non viene rapita... Makus e Illiana due figure che non hanno nulla in comune, ma il destino li ha fatti incontrare, anche se in un modo molto particolare, le loro strade sono destinate a essere percorse insieme. Due caratteri forti, Markus incute terrore, paura, timore, odio, disprezzo, ma è pur sempre l'uomo fidato del re, Illiana è caparbia, forte, istruita e soprattutto non cede facilmente. Così quando entrambi sono costretti al matrimonio per salvare l'onore di lei, il loro cammino si fa intricato, intenso e passionale. Quattrocento pagine lette, mangiate (se mi permettete il termine) perché la Ahrnstedt è davvero abile nel mescolare la storia con l'amore.

3 commenti:

  1. ho proprio voglia di leggere questo libro... è già nel mio "pozzo dei desideri" da un pò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto bello! Lo consiglio vivamente

      Elimina
  2. Anch'io ho letto il romanzo qualche mese fa e mi è piaciuto tantissimo. Uno storico medioevale di ottimo spessore, scritto bene, molto attinente per situazioni e comportamenti dei personaggi al periodo storico che tratta. Una storia intrigante, interessanti e ben delineati i protagonisti, insomma una piacevolissima lettura che vi coinvolgerà...
    Come Floriana conoscevo già la Ahrnstedt per il suo bellissimo Ritratto di donna in cremisi e nn potevo lasciarmi sfuggire quest'ultimo sua riuscitissima fatica letteraria.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...