giovedì 11 febbraio 2016

Trame e opinioni: The baby di Abigail Barnette

Titolo: The baby
Autore: Abigail Barnette
Casa editrice: Newton Compton
Pag.: 305
Costo: 2,99 ebook














Trama
Quando la vita va a rotoli, qualcuno deve rimetterla in sesto. Sophie Scaife si è trovata troppo spesso in questa situazione. Dovrebbe festeggiare un nuovo anno e un grande successo e invece sta cercando disperatamente di tenere insieme il suo mondo che sta andando in frantumi. Per Sophie e suo marito, il miliardario Neil Elwood, gestire la quotidianità del matrimonio e i loro roventi giochi di dominazione e sottomissione è una cosa naturale. Il ritorno di una vecchia fiamma non fa altro che ravvivare il loro audace rapporto con nuove perversioni e fa divampare ancora di più la passione. Il desiderio di Neil per Sophie è pari solo alla sua motivazione nell'intraprendere un nuovo progetto filantropico molto ambizioso. Ma l'effetto collaterale del più grande trionfo di Neil è uno sconvolgente cambiamento a cui nessuno dei due era preparato. Da un giorno all'altro, Sophie si ritrova catapultata in una nuova realtà, completamente diversa dalla vita che aveva immaginato. Travolta da mille emozioni, Sophie lotta per conciliare l’immagine del marito che adora con un uomo che non riconosce più. Un uomo che ama troppo per lasciarlo andare senza lottare...

e mezzo

Il commento di Chiara

Questo dovrebbe essere il capitolo conclusivo di questa serie. E per fortuna... 
Gli ultimi due libri li ho vissuti come un allungamento forzato della storia, avrei preferito che finisse prima. 
Per la prima metà di questo libro poi ho odiato l’autrice. Capitano due eventi drammatici e traumatici che stravolgono la vita dei nostri protagonisti. Ma cambiano, per forza, anche il loro modo di essere. E questo a me ha dato fastidio tantissimo. Per fortuna poi è stata brava a riportare in carreggiata Neil e Sophie, cambiati sì, ma cresciuti, maturati. Non so se riesco a spiegarmi senza anticipare la trama, ma le azioni intraprese da Neil in questo libro mi hanno fatta arrabbiare con l’autrice. E’ una saga erotica, con scene molto forti, tutto questo dramma per me ha stonato un po’, mi è sembrato appunto forzato, voler continuare per forza una storia che poteva benissimo finire prima.

Mi era già capitato di avere paura. 
Quando avevo scoperto che Neil aveva il cancro. 
Quando era dovuto stare in isolamento dopo il trapianto. 
Ma la situazione che stavamo vivendo adesso era di gran lunga la più terrificante di tutte, e non avevo idea di cos’avrei dovuto fare.

Neil in questo libro è egoista e immaturo, capisco, anzi no non posso capire il dolore immenso che gli capita, ma reagisce da uomo ricco e viziato. E Sophie deve crescere e maturare in fretta, diventare attenta ai bisogni altrui prima dei propri e non è facile per lei.

“Ho così tanto dolore dentro”, mi sono lamentata disperata.
 “Che non so più dove metterlo”.

Li ha trasformati in maniera troppo diversa da come ero abituata a viverli, anche se poi da metà in poi rientrano nei loro personaggi anche se ovviamente con un bagaglio in più.
Le scene di sesso in questo libro sono molto molto forti, un crescendo di situazioni adatte a chi non ha problemi né pregiudizi e non patisce a leggere situazioni particolari. D’altronde come coppia Neil e Sophie sono aperti, si amano molto e si concedono molte esperienze. Questi passaggi sono ben descritti nei gesti e nelle sensazioni provate e, a chi piace il genere, molto belli.
L’amore di Neil e Sophie è messo di nuovo alla prova, secondo me fin troppo, e le differenze fra i due spiccano ancora di più.
Ho provato di nuovo fastidio per la superficialità di Sophie, il cui pensiero primario in ogni situazione è sempre l’abbigliamento. E’ troppo. Nei primi libri apprezzavo la sua frivolezza ma qui in certi contesti è veramente esagerata. E anche l’ostentazione della ricchezza. Giusto goderne ma in certi casi ribadirla in continuazione risulta pesante.

La gente piena di soldi sa essere incredibilmente tirchia. 
Probabilmente è per questo che ne mette da parte così tanti.

Il riavvicinamento finale, lento e faticoso, però è stato bello e mi ha riappacificata con la serie. Ho ritrovato i vari personaggi, anche i secondari, come me li aspettavo, in questo l’autrice è stata veramente brava. Sophie è tornata a essere lei, appassionata e allegra, Neil riflessivo e profondo, ma anche Rudy, Valery, la mamma, Holli ecc. Tutti nei propri ruoli.

“Chiunque tu sia stato in passato, se n’è andato per sempre, Neil. 
Non completamente, ma una parte significativa. 
Non amo solo delle parti di te. 
Io amo tutto di te.
 E amerò le parti di te che cambieranno allo stesso modo in cui amerò le parti che rimarranno invariate”.

Un finale che segna la conclusione di una bella serie, che sarebbe stata ancora migliore con due capitoli in meno, ma comunque degna di essere letta e adatta a chi ama situazioni molto forti.

La serie è composta al momento di cinque libri più uno spin-off:
#1 The boss - The boss - recensione
#2 The girlfriend - The girl - recensione
#2.5 The hook-up inedito in Italia
#3 The bride - The wedding - recensione
#4 The ex - The ex - recensione
#5 The baby - The baby

2 commenti:

  1. Dalla copertina così tenerina non avrei mai pensato che fossero presenti delle tragedie di proporzioni bibliche O_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo è forse il più drammatico della serie

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...