martedì 12 gennaio 2016

Trame e opinioni: Le confessioni del cuore di Colleen Hoover

Titolo: Le confessioni del cuore 
Autore: Colleen Hoover
Casa editrice: Leggereditore
Pag.: 256
Costo: 6,99 ebook














Trama
A soli venti anni, Auburn Mason ha paura di aver perso ciò che aveva di più importante. Malgrado il dolore, le resta la voglia di lottare per rimettere sulla giusta strada un destino che sembra sfuggirle dalle mani, ma questa volta non dovrà esserci più spazio per errori e debolezze, tantomeno per l’amore. 
Owen Gentry è l’enigmatico artista proprietario dello studio d’arte di Dallas presso cui Auburn ha trovato lavoro. È un giovane brillante, di talento, verso il quale Auburn sente fin da subito di provare un’attrazione speciale. A quanto pare, la vita le sta regalando un’altra occasione per lasciarsi andare e ascoltare il proprio cuore. Eppure c’è qualcosa che rischia di minacciare la ritrovata felicità, un segreto che Owen vorrebbe relegare nel proprio passato ma che torna prepotentemente a galla. Owen sa che l’unico modo per non perdere Auburn è condividere con lei ogni aspetto della sua vita, ma la verità, come le opere d’arte, si presta a interpretazioni contrastanti, e una confessione, talvolta, può essere più distruttiva di una menzogna...


Il commento di Manuela

Se tieni davvero a qualcuno, trarrai più piacere dal modo in cui tu fai sentire questa persona che dal modo in cui lei fa sentire te.

Mi piace iniziare con questa citazione, è la definizione che Auburn dà della parola altruismo e questo libro è secondo me l’inno all’altruismo e ai sacrifici che qualcuno fa per amore. 
Auburn accetta di tutto per il bene di suo figlio, anche se alla fine capisce che quello che gli altri, Lydia e Trey, dicono di fare per amore, è solo puro e semplice egoismo, misto a tanta gelosia ed invidia. 
Owen invece, guidato da amore figliare, difende il proprio padre in tutti i modi e con la stessa forza difende Auburn. 
Entrambi si amano talmente tanto che sono disposti a perdersi pur di vedere l’altro salvo. Entrambi sanno che devono lasciarsi proprio perché si amano.

Ieri sera ho sentito il suo cuore spezzarsi al pensiero di doverci dire addio.

Attraverso i vari casi della vita, i molti problemi e gli incidenti che accadono, Auburn e Owen devono crescere in fretta, si trovano davanti a scelte difficili, che compiono per amore.

Mia madre dice che ci sono persone che incontri e impari a conoscere, 
e poi ce ne sono altre che incontri e conosci.

Hanno, però, dentro di loro tanta forza da lottare anche quando tutto sembra impossibile e anche quando sembra inutile continuare a lottare. 
La loro forza, soprattutto quella di Auburn, innesca tanti effetti a catena.

Lei è come una luce, 
una luce che illumina senza rendersene conto gli angoli più bui dell’anima di un uomo.

Come sempre la Hoover è capace di scrivere storie che ti entrano sotto pelle e si annidano nel tuo cuore in un posto speciale. Inizialmente questo romanzo non sembra niente di speciale, ma a poco a poco ti leghi alla storia di Auburn e di Owen e non riesci a staccarti dalle pagine che descrivono il loro mondo, soprattutto verso metà libro, quando un “colpo di scena” folgora la storia, mettendo in luce diversa tanti eventi e comportamenti e anche tanti rapporti che non si riescono ad intuire all’inizio. Dapprima infatti non riesci a capire che tipo di relazione ci possa ancora essere tra Lydia e Auburn. Sei quasi in collera con la dolcissima Auburn per quanto potere lascia a questa donna e a suo figlio Trey. Poi però tutto si chiarisce. Ricordo di aver trattenuto il fiato in quel momento. Ho sentito il cuore stringersi in una morsa dolorosa e mi sono sentita vicino a Auburn e anche se marginalmente ho cominciato a chiedermi perché non si ribellasse. Allo stesso modo, mi sono sentita esaltata quando lei bussa alla porta del padre di Owen, in quel momento ero felice per Auburn, per Owen e soprattutto per il padre di Owen.
Tutti i personaggi della storia sono ben delineati, anche la marginale Emory è ben tratteggiata. E mentalmente la ringrazi per essere amica di Auburn, una sorta di fatina buona (seppure molto alternativa).
Lo stile è piacevolmente scorrevole, la storia ti trascina nel mondo dei protagonisti con semplicità. È molto reale, la senti viva e vera, come del resto accade in tutti i romanzi di questa autrice. È una storia descritta in prima persona con i due punti di vista, quello di Auburn e quello di Owen. Un capitolo per uno e dove termina uno, riprende l’altro. Il primo e l’ultimo capitolo sono “il cerchio che si chiude”. Nel primo capitolo è Auburn a introdurci nella sua storia, oserei dire triste storia. Nell’ultimo è Owen a raccontare come tutto è cominciato... e tutto risale a quel giorno di cinque anni prima, quando entrambi erano poco più che adolescenti.
Come in “Forse un giorno” anche in questo romanzo la Hoover è innovativa. Se in “Forse un giorno” era fondamentale la playlist, in questo è l’arte figurativa a farla da padrona. Sono i quadri di Danny O’Connor a fare da “colonna sonora” di questo racconto. Quadri molto particolari, che si legano bene alle “confessioni” presenti nel libro.
Questo libro è assolutamente da leggere. Ti fa vivere emozioni intense e ti lascia dentro la sensazione di aver letto qualcosa di speciale. Un ottimo libro.




3 commenti:

  1. è una garanzia questa autrice, voglio leggerlo presto

    RispondiElimina
  2. Manuela, sono pienamente d'accordo con te!!! *_*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...