lunedì 4 gennaio 2016

Recensione: La tormenta di Adele Vieri Castellano

Titolo: La tormenta
Autore: Adele Vieri Castellano
Casa editrice: AVC Historiae
Pag.: 133
Costo: 2,99














Trama
Le montagne d’Abruzzo sono molto distanti da quelle del Colorado, ma è esattamente lì che vuole andare Lucas V. Forrester, proprietario di una catena di resort di lusso. Il suo obiettivo è restaurare il borgo da cui è partito il bisnonno, ai primi del ‘900, la sua speranza è quella di dimenticare l’incidente che gli ha cambiato la vita. Ma come sempre quest’ultima riserva sorprese inaspettate, soprattutto se ci si mette di mezzo una tormenta di neve che spazza via ciò che dell’amore e delle donne ha sempre pensato. E quando la nevicata sarà finita, dovrà capire quanto può fidarsi dei propri sentimenti… 

Doppia recensione


Il mio commento

Presente e passato tornano come se nulla fosse, in questa novella dal sapore tutto natalizio, e come non tornare indietro con i ricordi?










Un'attesa placata almeno dai riferimenti che la nostra Adele Vieri Castellano, non ha mancato di darci.











La tormenta, troppo breve per sentirla tua, ma non per questo meno coinvolgente.
Con l'autrice basta poco e ci si affeziona da subito ai suoi personaggi, che siano storici, che siano contemporanei, le sue trame sono un puro concentrato di sentimenti, di passioni, ma anche di storie dietro le quinte, con paure, dolori. 
Una novella che ci lascia sognare sotto ogni punto di vista, Silvia e Lucas sono due persone in cerca di un punto fermo su cui sostenersi, esperienze passate hanno cambiato la loro vita e ora seppur in modo diverso hanno concentrato le loro forze in altro, tralasciando il vero punto forte, l'amore. 
Suggestive le ambientazioni descritte, la neve che cade copiosa, un camino con il suo fuoco scoppiettante, dolci dal sapore casalingo fanno da cornice a una passione travolgente che vede i nostri protagonisti buttarsi a capofitto.


e mezzo 

Il commento di Dolci

La Castellano si conferma come un'autrice dalla penna magica. 
Può scrivere di tutto e non sbaglia un colpo! 
Questa sua novella natalizia, per quanto breve, è riuscita a soddisfarmi completamente. Adoro l'uso che fa delle parole. 
Riesce a creare nella mia mente tutte le scene, come se le stessi vivendo insieme ai protagonisti.
La storia raccontata è romantica e dolce, con la giusta dose di passione ed erotismo, adattissima a questo periodo dell'anno. Io me la sono gustata insieme a una calda tazza di tè, seduta vicino al mio albero.
Lucas e Silvia sono i protagonisti della storia e li ho adorati da subito. Due persone che hanno molto sofferto in passato, ma che non esitano a rimettersi in gioco.


I personaggi sono meravigliosi e, nonostante le poche pagine, riescono ad avere una loro personalità ben precisa e ad entrarti nel cuore. E che dire degli amici della protagonista? I favolosi Legio! Una bella sorpresa ritrovarli dopo tanto tempo. (Piccolo appuntino per la scrittrice: quando ci delizierai con le loro nuove avventure?)

Una bellissima favola di Natale da non lasciarsi sfuggire.


Della stessa autrice puoi leggere:
La serie Roma Caput Mundi è composta da:
#0,1 Roma 39 D.C. Marco Quinto Rufo - recensione
#1 Roma 40 D.C. Destino d'amore - recensione
#2 Roma 42 D.C. Cuore nemico - recensione
#3 Roma 46 D.C Vendetta - recensione

Il gioco dell'inganno - recensione

La legge del lupo e altre storie - recensione

Serie Legio Patria Nostra
#1 Implacabile - recensione

Il canto del deserto - recensione

3 commenti:

  1. Grazie carissime, grazie a voi e a tutto il lavoro che fate. Un abbraccio a te Floriana, spero ci vedremo presto e potò fartelo di persona. Buon lavoro e buone letture!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Adele, anche io non vedo l'ora di rivederti, grazie a te per i tuoi scritti, che siano novelle, che siano romanzi ci allieti sempre di splendide storie!

      Elimina
  2. mi è venuta voglia di leggerlo!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...